Al Ridotto del teatro Mercadante di Napoli è di scena Lalla Esposito

Protagonista dello spettacolo “Teresa Sorrentino” di Elvio Porta, regia di Armando Pugliese

0
297

Fino al 22 aprile, al Ridotto del teatro Mercadante, è di scena Lalla Esposito, protagonista dello spettacolo “Teresa Sorrentino” di Elvio Porta, regia di Armando Pugliese. Porta è un autore, nato a Vico Equense la cui produzione teatrale si caratterizza per l’uso della lingua napoletana, fondendo il “dialetto” con l’espressività del popolo partenopeo. Del drammaturgo ricordiamo la collaborazione col regista cinematografico Nanni Loy in quelle pellicole degli anni ottanta come “Cafè Express”, ”Mi manda Picone”, “Scugnizzi “; inoltre il commediografo volle esprimere una riflessione sulla questione “Meridione” col suo lavoro “Masaniello” del 1974.






“Teresa Sorrentino” è un monologo di una donna, che la sera della vigilia di Natale è intenta a preparare il cenone napoletano tradizionale, in quanto tra poco arriverà la famiglia al completo. La donna, prima di sposarsi era una cantante di successo, tanto che a Sorrento le assegnarono un premio . Fu lì che conobbe Raffaele, il suo sposo, un uomo geloso che le vietava di cantare, con pugni e calci, da mandarla in ospedale e farla abortire. Il suo racconto viene espresso attraverso la musica; cucinando parla da sola, pur se forse non esistono affatto le persone con cui pensa di colloquiare.




“La semplicità è la resa scenica dell’autore vicano, con il contributo del regista Pugliese, dice la presentazione, volutamente privo dell’elemento emotivo” e Lalla Esposito è l’attrice adatta a quel personaggio; noi la ricordiamo in “Rosa Funseca” con Aurelio Grimaldi ed nei suoi tanti films.

Federico Orsini