A Pomigliano “L’amore ha i baffi blu”: a scuola con il manuale della moderna “Conversazione Cardiaca”

Giovedì 26 aprile l’autore Paolo Gisonna presenta il suo ultimo ed originale lavoro su amore, sentimenti e relazioni nell’epoca delle emoticon e dei rapporti virtuali ai ragazzi dell’Isis Europa di Pomigliano

0
989

Giovedì 26 aprile alle 9, Paolo Gisonna presenterà il suo ultimo lavoro “L’Amore ha i Baffi Blu” presso l’ISIS Europa di Pomigliano d’Arco. Edito da GM Press, il testo che ha per sottotitolo “Codice segretissimo per decifrare i moderni segnali della Comunicazione Cardiaca”, nasce con lo scopo di decifrare, favorire e agevolare, la moderna “Conversazione Cardiaca”, ovvero la relazione letta in chiave tecnologica con la quale, alchemicamente si instaura una frequenza con l’altro, letta in base ai battiti, secondo scaglioni che si avvicinano alla teoria dei tipi di russelliana memoria. La risposta al quesito: “perché quella persona particolare riesce a far accelerare i battiti fino a farli tambureggiare nello stomaco?”.





In una ottica in bilico tra neopositivismo dialettico e cyberfilosofia, patafisica baudrillardiana, con un approccio tecnovirtuale, è un libro realizzato con “stampanti a getto d’ironia”, affinché chiunque possa immedesimarsi e riconoscere tutte le paranoiche esagerazioni che caratterizzano quotidianamente l’approccio con i like, le foto, i cuori, gli emoji, l’online, i messaggi e, ovviamente, i fatidici baffi blu.

E l’ironia emerge anche dall’essere il manuale un libro di divulgazione che riporta dati scientifici palesemente e volutamente falsi, dati che tuttavia acquistano veridicità attraverso l’immedesimazione del lettore e il riscontro di esperienze che accomunano un po’ tutti, senza distinzione di sesso o di età. Analizza egli, infatti, ogni singola situazione sia con gli schemi mentali femminili che con quelli maschili, con una ulteriore fictio: il distacco dello scrittore che poi finirà col rivelare anche i suoi disastrosi coinvolgimenti, a rimarcare il concetto che proprio quell’ironia è l’unica via d’uscita da “situazioni cardiache” apparentemente indecifrabili.




Il testo, dunque, esprime l’approccio oggettivo ai sentimenti e la sua falsificazione che parte dall’interno, in una dimensione in cui la scienza e l’analisi scrupolosa, il metodo scientifico, il saggio sociologico che analizza al vetrino le vibrazioni cordiche utilizzando gli strumenti informatici, la statistica e analizzando il sentimento che da esse stesse parte e le relazioni che sono sempre più virtuali, non elude una critica da un lato all’approccio stesso ed alla realtà etalagica virtualizzata e fatta di manifestazione e non essenza. Sarà il cuore sempre a vincere, e il cuore non può misurarsi con metodo galileiano, ma travalica sé e mai può escludere il coinvolgimento personale, essendo noi, in definitiva, esseri umani e non macchine.

E l’esperimento del Gisonna non si limita al testo stesso, la presentazione agli studenti del volume avverrà con il medesimo approccio sperimentale, una sorta di happening in cui gli allievi dell’ISIS stessi potranno, insieme all’autore, analizzare in maniera ironica i vari schemi mentali sia femminili che maschili, in corrispondenza delle varie situazioni descritte all’interno del libro. Paolo Gisonna è autore e regista di trasmissioni televisive e radiofoniche (tra le quali spicca la continuativa “Ottovolante” in onda su Rai Radio2). Ha collaborato ai testi di numerosi artisti di successo. “L’amore ha i baffi blu” è il suo terzo libro.

Giovanni Di Rubba