Viktor Viktoria all’Augusteo di Napoli con Veronica Pivetti

Il mondo dello spettacolo non è sempre brillante e, quando la crisi colpisce, anche gli artisti devono aguzzare l’ingegno, pur se tra curiosità e sospetti

560

Al Teatro Augusteo di Napoli, fino al 29 Aprile, Veronica Pivetti è la protagonista dello spettacolo Viktor Viktoria, compagni di scena sono: Giorgio Lupano, Yari Gugliucci, Pia Engleberth, Roberta Cartocci, Nicola Sorrenti, su testi di Giovanna Gra, per la regia di Emanuele Gamba. La Pivetti ha debuttato nel doppiaggio all’età di sette anni; in seguito la troviamo ancora come doppiatrice, sia di alcuni films della Disney, sia di serie televisive e soap opera.




Nel 1994 partecipa alla trasmissione RAI “Quelli che il calcio” con Fabio Fazio, ed, a seguire, in films di successo, quali “Viaggi di nozze” di Carlo Verdone e “Metalmeccanico e parrucchiera, in un turbine di sesso e politica” di Lina Wertmüller. E’ stata anche presentatrice del Festival di Sanremo con Raimondo Vianello ed Eva Herzigova. E’ un’attrice che ha sempre lavorato nel campo dello spettacolo sia in TV, sia nel cinema che in teatro (la sua grande passione).




La Pivetti in “Viktor Viktoria” veste i panni di un’attrice che nella Berlino, che vive la crisi degli anni 30, è in cerca di una scrittura, perché stenta a sbarcare il lunario ed un collega la convince a recitare nei panni di un uomo: così Viktoria, talentuosa cantante-attrice disoccupata, si finge Viktor e conquista le platee, non senza conseguenti problemi. Il mondo dello spettacolo non è sempre brillante e, quando la crisi colpisce, anche gli artisti devono aguzzare l’ingegno, pur se tra curiosità e sospetti. Lo spettacolo è un’immagine dell’epoca post “Repubblica di Weimar”, che segna la fine di un’epoca storica, prolusione dell’era nazista.

Federico Orsini