Lettere, 21enne muore mentre lavorava: è stato colpito in testa da una lastra di marmo

La Procura ha aperto un'indagine ed è stata disposta l'autopsia sul corpo

1526

Tragedia sul lavoro a Lettere dove un 21enne del posto, Luigi Chierchia, è morto dopo essere stato colpito da una lastra di marmo in testa. Non è chiara la dinamica dell’incidente ma secondo quanto si apprende, il giovane stava lavorando all’interno del cimitero comunale. Inutile la corsa folle all’ospedale di Castellammare: Chierchia è arrivato al nosocomio già morto. In lutto la città di Lettere ma anche Castellammare e Santa Maria la Carità, centri frequentati dallo stesso 21enne.




I carabinieri della stazione di Lettere, con la Compagnia di Catellammare, sta indagando sul caso. La Procura di Torre Annunziata ha disposto l’autopsia e ha aperto un’inchiesta per ricostruire l’esatta dinamica della vicenda. Nelle prossime ore saranno ascoltati anche i testimoni che erano presenti al momento della tragedia. La loro versione sarà fondamentale per fare luce su una tragedia che ha sconvolto un’intera comunità.




Nelle ultime ore si stanno ripetendo i messaggi di cordoglio sui social per ricordare Luigi Chierchia. Il 21enne era impegnato anche a Santa Maria la Carità durante il Luglio Sammaritano quando sfilava con gli abiti della contrada dell’Ippocampo per il famoso palio del ciuccio. Era amato e ben voluto da tutti, soprattutto per la sua allegria. Innocenza giovanile che gli è stata portata via mentre lavorava.



Share