Gli studenti del Liceo “Cartesio” di Villaricca visitano il Cas “Villa Angela” di Terzigno

Una iniziativa finalizzata a far conoscere alle giovani generazioni il mondo che sta dietro la gestione dei flussi migratori

541

Un centinaio di studenti della sede distaccata di Villaricca del Liceo pluricomprensivo “Cartesio” di Giugliano ha fatto visita al Centro di Accoglienza Straordinaria “Villa Angela” di Terzigno.

Una iniziativa finalizzata a far conoscere alle giovani generazioni il mondo che sta dietro la gestione dei flussi migratori, fortemente voluta dal corpo docente oltre che dai vertici della struttura, sempre molto disponibili ad aprire le porte del Centro ad iniziative sociali e culturali che mirano alla integrazione.

I ragazzi coinvolti hanno dimostrato di prendere molto sul serio l’impegno ponendo domande e interagendo a lungo con gli ospiti della struttura.

Tra i relatori della mattinata don Federico Battaglia, parroco della Chiesa di Sant’Antonio a Trecase, il professore Paolo Scognamiglio, docente di italiano per stranieri e l’assistente sociale Teresa Porrone con una lunga esperienza nel campo dell’accoglienza dei richiedenti protezione internazionale. Agli studenti sono state mostrate slide sui numeri del fenomeno migratorio in Campania e sulle numerose attività sociali e ricreative promosse a Villa Angela. La mattinata si è conclusa con un mini-concerto della Band Italo –  migrante “MigrAngels”, pronta a lanciare sul mercato il suo primo lavoro discografico.

“Anche oggi – afferma con soddisfazione il direttore di Villa Angela, Massimo Esposito – abbiamo aperto una finestra su un mondo di cui i nostri ragazzi apprendono solo attraverso la lente deformata di alcuni media nazionali. Bisogna invece andare oltre certe strumentalizzazioni e verificare l’impegno e il lavoro di tanti operatori specializzati che si sforzano quotidianamente per far raggiungere un livello di integrazione accettabile”.

Share