Continuità e concretezza a rafforzare la credibilità del vicesindaco di Ercolano Luigi Fiengo

"Sono onorato – ha precisato Fiengo – di rappresentare la mia città pubblicamente e ritengo un dovere essere direttamente presente in caso di calamità che possano colpire il territorio"

0
351

Continuità e concretezza a rafforzare la credibilità del vice sindaco di Ercolano Luigi Fiengo, ormai noto come il politico del “fare” e particolarmente attento alle problematiche locali. Per chi ha buona memoria Fiengo è stato in prima linea nel periodo dell’emergenza incendi che la scorsa estate ha devastato il Parco Nazionale del Vesuvio minacciando zone alte di Ercolano. “Sono onorato – ha precisato Fiengo – di rappresentare la mia città pubblicamente e ritengo un dovere essere direttamente presente in caso di calamità che possano colpire il territorio. Polemiche sterili , attacchi strumentali o disfattismi cronici non mi appartengono : occorre lavorare insieme al rinnovamento di una città che necessita dell’impegno di ogni esponente della società civile.




E’ questo un preciso dovere che abbiamo nei confronti delle nuove leve e di chi , da sempre, ha creduto e investito in questi luoghi”. Ercolanese doc, professionista ed ex agonista nelle arti marziali, il vice sindaco Luigi Fiengo associa determinazione e tempismo ad innata cortesia, doti che lo elevano ad ideale anello di congiunzione tra il governo locale e i cittadini. “ I problemi da affrontare- ha continuato Fiengo – sono tanti e tutti richiedono il massimo impegno da parte dell’amministrazione locale e delle istituzioni competenti. Un processo rinnovativo degno di tale appellativo presuppone tappe formative che consentano al paese di crescere qualitativamente sotto il profilo sia produttivo che socio-culturale.




Le potenzialità di Ercolano sono immense: in tal senso determinante è l’apporto offerto dalle associazioni presenti sul territorio e dai tanti cittadini che con umiltà giorno per giorno apportano benefici alla causa comune, magari segnalando tempestivamente disservizi agli organi competenti permettendo agli stessi di intervenire tempestivamente. Credo nei giovani ercolanesi e confido nella volontà di progredire di una comunità che occupa un posto d’onore nel palinsesto turistico- archeologico campano”. Della serie : concretezza, dinamismo e capacità organizzativa tracciano l’identikit a Ercolano del vice sindaco Luigi Fiengo.

Alfonso Maria Liguori

Condividi
PrecedenteErcolano, aumento di scippi e rapine: monitoraggio capillare delle forze dell’ordine
SuccessivoIntelligenza Artificiale e Stupidità Naturale. Cosa può fare più danni?
avatar
Pubblicista, con formazione scolastica classica e frequenza universitaria presso l'Ateneo Federico II di Napoli (corso di Laurea in Filosofia). Dal 2003 "Aml" è nato, giornalisticamente parlando, con il settimanale diocesano della Curia di Napoli "Nuova Stagione". Successivamente collabora con Cronache di Napoli, con Metropolis, con Napoli Più, svolgendo nel contempo attività di pubbliche relazioni e portavoce di politici. Impegnato nel sociale nel 2003 ha preso parte ad un progetto sociale per il recupero di minori a rischio promosso dall'associazione onlus "Figli in Famiglia" in collaborazione con il Tribunale per i Minori di Napoli. Ha curato eventi di solidarietà per associazioni onlus in favore di noti ospedali partenopei in collaborazione con l'Ubi Banca Popolare di Ancora. Ha diretto la trasmissione televisiva "Riflettori su Ercolano" (a sfondo sociale) per Tele Torre. Profondo conoscitore della strada e dei complessi meccanismi sociali che caratterizzano le problematiche di Napoli e della sua provincia, da anni collabora attivamente con il Gazzettino vesuviano.