Alla scoperta del Vesuvio: tutto pronto ad Ercolano

Obiettivo importante se si considera che oggi l'era della hi-tech, nonostante tenga fisicamente vicini i ragazzi, li allontana socialmente. Un traguardo raggiunto da imprenditori impegnati nell’associazionismo come Ciro Santoro

1246

Tutto è pronto a Ercolano per la presentazione ufficiale dell’iniziativa “ Alla scoperta del Vesuvio”. L’evento organizzato dalla Cooperativa Iside, patrocinato dal Ente Parco del Vesuvio , con il patrocinio morale del Comune di Ercolano, con la collaborazione del Museo Archeologico Virtuale di Ercolano , l’associazione Ercolano Viva, l’Associazione Onda, Vesuvenir, l’Associazione NP Ercolano APS, vedrà la presentazione del primo album di figurine dedicato interamente al gigante buono , un prodotto che ha come obiettivo il ritorno alla possibilità di dialogo tra bambini , tentando di riscoprire un vecchio modo di giocare dove lo scambio, l’ interazione e la condivisione diventino elemento essenziale di vera comunicazione .

Obiettivo importante se si considera che oggi l’era della hi-tech, nonostante tenga fisicamente vicini i ragazzi, li allontana socialmente. Un traguardo raggiunto da imprenditori impegnati nell’associazionismo come Ciro Santoro, sempre pronti ad apportare concretamente il proprio contributo al rinnovamento di una comunità che si trova a fare ancora i conti con inefficienze e disservizi notevoli. Persone per bene, rispettate in città come risorse umane determinanti per la crescita esponenziale della comunità. “ E’ tempo di agire- ha precisato Ciro Santoro – di lavorare gli uni con gli altri alla crescita qualitativa di una comunità che anela da anni al riscatto dei luoghi forte di enormi potenzialità produttive e di tradizioni storico-culturali celeberrime. Occorre coinvolgere ogni esponente della società civile in questo iter formativo che deve vedere protagonisti soprattutto i più piccoli, gli eredi di questa nostra realtà vesuviana.

Facciamo in modo che i nostri figli possano essere fieri del lavoro svolto da chi quotidianamente, con umiltà e abnegazione, si adopera perché le nuove leve possano vivere in una comunità più efficiente e a misura di cittadino. Il percorso è arduo e gli ostacoli non mancano: l’importante è imparare a vedere il bicchiere mezzo pieno, essere concreti, tempestivi, creando sinergia continuativa tra le forze in campo e non limitandosi a criticare tutto e tutti passivamente”.

Alfonso Maria Liguori

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteCastellammare, rapinata in strada candidata al consiglio comunale. E’ allarme sicurezza
SuccessivoEmergenza microcriminalità a Ercolano e caos sul fronte politico
Pubblicista, con formazione scolastica classica e frequenza universitaria presso l'Ateneo Federico II di Napoli (corso di Laurea in Filosofia). Dal 2003 "Aml" è nato, giornalisticamente parlando, con il settimanale diocesano della Curia di Napoli "Nuova Stagione". Successivamente collabora con Cronache di Napoli, con Metropolis, con Napoli Più, svolgendo nel contempo attività di pubbliche relazioni e portavoce di politici. Impegnato nel sociale nel 2003 ha preso parte ad un progetto sociale per il recupero di minori a rischio promosso dall'associazione onlus "Figli in Famiglia" in collaborazione con il Tribunale per i Minori di Napoli. Ha curato eventi di solidarietà per associazioni onlus in favore di noti ospedali partenopei in collaborazione con l'Ubi Banca Popolare di Ancora. Ha diretto la trasmissione televisiva "Riflettori su Ercolano" (a sfondo sociale) per Tele Torre. Profondo conoscitore della strada e dei complessi meccanismi sociali che caratterizzano le problematiche di Napoli e della sua provincia, da anni collabora attivamente con il Gazzettino vesuviano.