Terra mia: rispolverare la memoria e l’identità con una canzone

Il comitato da sempre impegnato nella valorizzazione di Terzigno con innumerevoli manifestazioni, ha sposato in pieno il progetto "Terra mia" dei due giovani terzignesi.

1009
terra mia

Quello di Angelo Bianco, in arte White, è un progetto musicale dall’alto valore espressivo per il territorio e per la sua salvaguardia.

Il giovane terzignese, insieme a Carmen Ciniglio, ha composto una canzone partendo dal testo di una poesia di Agostino Palomba, un insegnante di Terzigno.

I due ragazzi hanno ripreso la lirica e l’hanno presentata in occasione della scorsa festa di San Pio. La politica locale promise di realizzare un video da utilizzare anche per la promozione del territorio. Nulla è stato fatto.

La canzone è un vero e proprio inno in onore di Terzigno e recita così:

“Terzigno mia t’tengo dinto’ core. Je te so eternamente nnammurat. O’patatern quando ta creato ce se proprio spassat’ nguoll a te”.

Il testo è stato arricchito da strofe che inneggiano all’amore per la propria terra, alla promozione di un territorio imperniato di cultura e tradizioni. “Rispetto, valorizzo, amo tanto questa terra” canta il giovane Angelo.

Rispettare la propria terra significa innanzitutto rispettare l’ambiente naturale che la circonda. Questa canzone cade a pennello dopo i tragici eventi d’incendio del Vesuvio della scorsa estate e i continui sversamenti abusivi di rifiuti nelle campagne.

Il video di Terra mia è stato realizzato da un terzignese e raccoglie i tanti volti dei giovani e dei meno giovani che abitano in una terra meravigliosa. A volte non ci facciamo caso!

Grazie a questo stupendo progetto musicale, abbiamo tutti l’opportunità di scoprire la meraviglia del nostro territorio, unico al mondo.

Sia la canzone che il video di Terra mia svolgono quindi un ruolo fondamentale nel contrasto alla criminalità ambientale e promuovono un’educazione tesa al rispetto dell’ambiente e del terra in cui si vive.

Soddisfatto il comitato Armando Diaz, nella persona del presidente Michele Sepe, che si è fatto promotore e finanziatore della realizzazione del video sopperendo alle mancanze della politica locale.

Il comitato da sempre impegnato nella valorizzazione di Terzigno con innumerevoli manifestazioni, ha sposato in pieno il progetto dei due giovani terzignesi.

“L’associazionismo è fatto anche di questo – dichiara Michele Sepe – è fatto di numerosi sacrifici per i terzignesi e con i terzignesi in favore di un unico obiettivo: valorizzare il nostro ricco territorio per trarne numerosi benefici in termini di crescita economica”.

Share