Sant’Antonio Abate, nuovo calendario per la raccolta differenziata in vigore dal 1 luglio

Oggi conferenza stampa di presentazione al Comune

884

Rivoluzione a Sant’Antonio Abate, cambia il calendario per la raccolta differenziata. Il sindaco Antonio Varone, in sinergia con Am Tecnology, ha deciso di modificare il piano per il conferimento rifiuti in quanto si spera di arrivare nei prossimi mesi al 75%. Come dato comunale, al momento si attesta intorno al 56% ma con le novità introdotte e con i miglioramenti che saranno apportati nei prossimi mesi, si spera che il tutto possa essere incrementato.

Durante la conferenza stampa odierna, alla presenza del sindaco, dell’assessore all’Ecologia e Ambiente Antonio Criscuolo, il DEC Antonino Di Palma, il RUP Elena Comentale e il DT Commessa AM Tecnology Francesco Gargiulo, sono stati illustrati i cambiamenti più importanti che riguarderanno i cittadini abatesi nelle prossime settimane. In primis sarà diviso il calendario fra quelle che sono le utenze domestiche e le utenze commerciali in quanto fino a questo momento erano collegate. Come affermato dall’ingegnere Comentale, il tutto era un rischio perché i negozi avevano delle esigenze diverse rispetto a quelle che erano le esigenze dei cittadini.

Tuttavia per aiutare i residenti nell’assimilazione del nuovo calendario per la raccolta differenziata, il Comune ha anche creato un’app che è disponibile su tutti i Digital Store ed è facilmente scaricabile da parte dei cittadini. Quest’ultimi sono stati avvisati anche tramite il volantinaggio con alcuni volontari che hanno consegnato loro i nuovi i nuovi kit. E’ stato inoltre implementato l’organico degli operatori ecologici per quanto riguarda il piano di spazzamento delle strade che diventerà così più costante in modo tale da poter avere una città più pulita è molto più curata.

Molto soddisfatto il sindaco di Sant’Antonio Abate, Antonio Varone, il quale ci ha tenuto a sottolineare come “negli ultimi 10 anni circa, l’amministrazione comunale non hai mai aumentato la tassa sui rifiuti, cosa che invece viene si ripete con costanza in tutti gli altri Comuni del comprensorio. Con l’amministrazione abbiamo garantito un risparmio del 12% per le famiglie novelle, del 7,5% per le famiglie che hanno figli possessori di handicap e quasi del 20% per quanto riguarda le famiglie in difficoltà economiche. Abbiamo stanziato anche altri 30mila euro per poter garantire delle premialità a coloro che rispetteranno il calendario della raccolta differenziata. L’obiettivo del 75% è raggiungibile nel giro di pochi mesi se tutti quanti, Comune e cittadini, lavoreranno sodo. Devo ringraziare comunque il corpo della Polizia Municipale: grazie al loro lavoro negli ultimi mesi è stato possibile contrastare gli abatesi non educati che abbandonavano specialmente in periferia i propri rifiuti”.