Pimonte si gemella con Olimpia ieri la firma dell’accordo tra i due comuni

A suggellare il gemellaggio le mini olimpiadi che si svolgeranno nel comune dei Lattari fino a domenica 5 agosto

484

Taglio del nastro nella città di Pimonte per le Mini Olimpiadi. Manifestazione evento  che sancisce in nome dello sport lo gemellaggio tra il comune dei Monti Lattari e la città di Olimpia, sede simbolica dei giochi olimpici. L’iniziativa ideata e organizzata dall’associazione Giovanni Paolo II, in collaborazione con l’amministrazione comunale cittadina.

“L’associazione Giovanni Paolo II – spiega il Presidente Vincenzo Aiello – organizza questo evento da tredici anni. Per questa edizione abbiamo invitato il sindaco di Olimpia, Eytimios Kotzas a visionare il nostro evento per poi gettare le basi per un gemellaggio tra le due comunità che duri nel tempo”.

Un evento nell’evento. “Lo spirito dell’iniziativa -prosegue Aiello- è quello di insegnare ai bambini a viver sani, praticando lo sport. Lo sport inteso, però, come spirito di squadra e fratellanza”. Un’esperienza per i giovani atleti tanto entusiasmante e formativa. “Credo veramente – conclude Aiello – che lo sport nella crescita dei ragazzi sia importantissimo e questo progetto è la dimostrazione di quanto questo valga per tutti”.

I Giochi Olimpici, celebrati in onore di Zeus nella città sacra di Olimpia ogni quattro anni nei mesi estivi, erano i più antichi e i più solenni fra i giochi panellenici celebrati dai Greci.

Al sindaco di Olimpia l’accensione della fiamma olimpica, presenti alla suggestiva cerimonia oltre agli organizzatori, e agli atleti l’assessore al turismo Speranza Fusco, il sindaco Michele Palummo.

Soddisfatti i primi due cittadini Palummo e Kotzas che in mattinata hanno siglato l’atto di gemellaggio. “Noi rappresentanti del comune di Pimonte e Olimpia. Con la firma di questo atto intendiamo esprimere la volontà condivisa di consolidare la conoscenza e l’amicizia fra le nostre comunità. In questo giorno prendiamo solenne impegno a sviluppare un rapporto duraturo, che realizzi gli alti obiettivi della solidarietà, del progresso economico e sociale della pace dei popoli’’.

Via libera dunque a scambi tra associazioni giovanili sportive e organizzazione di eventi che possano rappresentare un fattore di unione tra i giovani, scambi culturali, organizzazione di attività e manifestazioni, scambi di natura turistica, economica e professionale. Da oggi e fino al 5 agosto in nome dello sport e dell’amicizia lo stadio San Michele della frazione Tralia, ospiterà l’evento. Staffetta, pallavolo, basket, lancio del vortex, dodgeball, tiro con l’arco, scherma e mini-maratona, gimcana, le discipline in cui si misureranno i giovani atleti.

Le premiazioni finali per ogni disciplina domenica 5 agosto alle ore 21.