Volla, Viscovo: “Rinviare a settembre le strisce blu per un servizio nel rispetto della legge”

"L'idea delle strisce era nata per regolarizzare la visibilità e non certo per fare cassa”

2277

Lunedì prossimo dovrebbero partire le strisce blu a Volla, parcheggio a pagamento per tutti, residenti e automobilisti di passaggio.


Su questo argomento ha espresso il suo parere l’ex sindaco e consigliere comunale Andrea Viscovo: “Lunedì dovrebbero partire le strisce blu ma riteniamo che sia necessario e doveroso sospendere il servizio almeno per agosto. L’idea delle strisce – rincara la dose Viscovo – era nata per regolarizzare la viabilità e non certo per fare cassa”.

Secondo L’ex sindaco la decisione del comune e della nuova amministrazione sarebbe raffazzonata e figlia di nessuna attenta pianificazione e organizzazione del servizio.

“Le modalità originarie – continua Viscovo – sono state stravolte dal Commissario è avallate dalla nuova amministrazione. Oggi il servizio appare in ritardo e contrario rispetto alla stessa comunicazione del Sindaco. Ad esempio non è ancora possibile sottoscrivere abbonamenti, non si comprende come si calcolano i primi 10 minuti liberi, non si comprende dove potranno essere parcheggiati i motocicli e se sono previste le cosiddette strisce rosa.

Come CitadiniXVolla – conclude l’ex sindaco – abbiamo quindi chiesto la sospensione la decisione per tutto il mese di agosto in attesa di regolamentare il tutto nel rispetto della legge”.

Andrea Viscovo ha messo nero su bianco è ha inviato alla casa comunale la richiesta nella quale si legge: “Il sottoscritto Andrea Viscovo… in qualità di capogruppo consiliare CittadiniXVolla, premesso che il giorno 6 agosto, come da avviso pubblicato sul sito del Comune, avrà inizio il servizio di sosta a pagamento, chiede la sospensione per agosto del servizio.

L’avviso riporta solo linea generale del servizio mentre sono assenti le informazioni necessarie per il pagamento mediante App o altre modalità e le informazioni circa gli abbonamenti mensili che permetterebbero soprattutto ai residenti una riduzione della spesa e una più semplice fruizione del servizio. Inoltre sul territorio sono evidenti, come dalla aerofotogrammetria allegata all’avviso, le aree libere e quelle a pagamento, non si riescono però a intravedere le aree destinate, se previste, ai ciclomotori e motocicli.

Per questi motivi si chiede quindi la sospensione per agosto del servizio di sosta a pagamento.

Se questa amministrazione lo riterrà opportuno il gruppo CittadiniXVolla nell’ottica della partecipazione e condivisione delle scelte pubbliche e disponibile per verificare la possibilità di reinserire le agevolazioni soprattutto per i residenti previsti dalla delibera adottata dalla mia amministrazione e modificata con delibera commissariale”.

Già qualche giorno fa, tramite social, il consigliere Andrea Viscovo era stato molto critico nei riguardi della nuova amministrazione che si insediava.

Dure le parole di Viscovo che aveva parlato di “Prima grande bugia dell’era Di Marzo” relativamente alla formazione della giunta che a fronte della territorialità annunciata dal sindaco presentava componenti non vollesi. Il primo cittadino ha già risposto che territorialità non intendeva solo Volla, ma era intesa in senso più ampio indicando le criticità dell’intero territorio che va dalla metropoli al Vesuvio.

Ma intanto sindaco attaccava l’amministrazione affermando: “Aspettiamo per verificare se questa Giunta avrà le competenze, ma chi parte mentendo non promette certamente bene”, e un altro dato significativo sottolineando che “…il Presidente del Consiglio non è stato votato all’unanimità”.

Questo dato, sostiene Viscovo dimostra che che “Non vi é compattezza e che non vi é garanzia di trasparenza e serenità amministrativa. Con questo segnale – conclude Viscovo – si capisce che si è partiti in retromarcia”.

M.R.B.