Napoli, Arenella: parcheggiatore abusivo oppone resistenza all’arresto: pena sospesa, ma solo se lavorerà gratis per il Comune

Quando i militari gli hanno chiesto di esibire i documenti ha opposto viva resistenza causando lievi lesioni a un militare, venendo comunque immobilizzato e portato in caserma

451

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Reparto Operativo di Napoli hanno arrestato Salvatore Terracciano, un 34enne già noto alle forze dell’ordine, domiciliato a Qualiano.

Sebbene già destinatario di DACUR, il daspo urbano, i militari lo hanno sorpreso mentre continuava a fare il parcheggiatore sul piazzale antistante il Cardarelli.

Quando i carabinieri l’hanno bloccato stava mettendo a posto l’auto di un “cliente”; a quel punto ha detto che era li per accompagnare la madre in ospedale ma della signora non c’era nessuna traccia e la macchina che stava parcheggiando non era sua né della madre.

Quando i militari gli hanno chiesto di esibire i documenti, con il presumibile intento di non essere identificato, ha opposto viva resistenza causando lievi lesioni a un militare, venendo comunque immobilizzato e portato in caserma.

Oggi è stato portato in Tribunale per il rito direttissimo. Il suo arresto è stato convalidato. Il Giudice lo ha condannato a 10 mesi di reclusione con sospensione della pena subordinata alla prestazione di attività lavorativa non retribuita in favore del Comune di Napoli.