Atti vandalici a Camerota

Bottiglie di vetro rotte e schiamazzi in piena notte: tre giovani turisti responsabili- tra cui due minorenni - provenienti dal napoletano, dovranno ripulire un’area del paese

436

Bottiglie di vetro rotte e schiamazzi in piena notte: tre giovani provenienti dal napoletano sono stati raggiunti, identificati e redarguiti dai Vigili Urbani del Comando Locale, agli ordini del Sovrintendente Giovanni Cammarano, dopo essersi resi protagonisti di atti vandalici a Marina di Camerota.

Il gruppetto, la scorsa notte, quando ormai erano passate le 2.30, ha spaccato bottiglie di vetro e ha arrecato disturbo ai residenti e ad altri ospiti del borgo marino cilentano.

Al mattino i caschi bianchi hanno ricevuto lamentele presso i propri uffici e, insieme al Sindaco Mario Salvatore Scarpitta, hanno avviato subito le indagini del caso. Intanto sul popolare social network Instagram, i tre avevano anche postato un video della notte, dove mostravano agli amici le loro bravate.

Le immagini sono state acquisite dagli agenti e sono passate al vaglio del primo cittadino e del delegato alla Polizia Municipale, Manfredo D’Alessandro. Tramite Paytourist, il software adottato dall’Ente per il controllo e il pagamento dell’Imposta di soggiorno, dove i turisti ospiti delle strutture ricettive devono essere registrati, l’Amministrazione Comunale e i vigili urbani sono riusciti a risalire alle famiglie dei tre ragazzi. Alloggiavano tutti all’interno dello stesso villaggio-campeggio.

Due agenti, il giorno successivo ai fatti, si sono recati presso la struttura e hanno convocato i tre ragazzi insieme alle famiglie.

Il Sindaco ha ordinato il ripristino dei luoghi e, questa mattina, giovedì, il gruppetto è impegnato nella pulizia di un’area del paese. Muniti di guanti e sacchi operano in piazza Mercato.

«Ho incontrato personalmente i ragazzi e i loro genitori, che tra l’altro sono davvero bravissime persone – ha commentato il Sindaco Scarpitta – si è deciso di impartirgli una punizione per far capire a loro e a tutti che, da oggi in poi, chi non rispetta Camerota incappa sicuramente in sanzioni e punizioni, rischiando in casi più grossi anche il foglio di via. Sottolineo ancora una volta l’ottimo lavoro degli Agenti della Polizia Municipale e l’importanza di registrare tutti gli ospiti che soggiornano sul territorio comunale di Camerota. Grazie al software PayTourist – conclude il primo cittadino – abbiamo identificato gli autori degli atti vandalici in pochissimo tempo. Un segnale davvero forte».