Poggiomarino: “offre il caffè” ai Carabinieri per “non far caso” al suo permesso di soggiorno scaduto

Militari dell’Arma arrestano cinese 28enne per istigazione alla corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio

699

I Carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata hanno arrestato per istigazione alla corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio Z.R., un commerciante cinese 28enne domiciliato a Poggiomarino.

L’uomo è stato fermato per controlli perché aveva parcheggiato la sua Ford ostacolando la circolazione su via IV novembre.




Da verifica alla Banca Dati è risultato che il suo permesso di soggiorno era scaduto a marzo.

A quel punto, quando gli agenti gli hanno detto che doveva seguirli in caserma per i conseguenti adempimenti, ha tentato di consegnare una banconota da 50 euro dicendo: “dai, vi offro un caffè e mi lasciate andare”.

Dopo le formalità di rito è stato sottoposto agli arresti domiciliari, il GIP di Torre Annunziata ha convalidato il suo arresto e disposto, in attesa del processo, l’obbligo di presentazione alla PG.