Nella suggestiva sala di “Villa dei Papiri” del Museo Archeologico Nazionale Alberto Angela ha presentato in anteprima alla stampa “Stanotte a Pompei” l’approfondimento dedicato al sito archeologico di Pompei che andrà in onda domani sera in prima serata su Rai Uno.


Presenti alla preview di stamane il direttore di Rai Uno, Angelo Teodoro, il direttore del Centro Produzione Rai di Napoli, Francesco Pinto e il direttore del MANN, Paolo Giulierini.

Di fronte a un nutrito gruppo di giornalisti, il noto divulgatore ha raccontato ai presenti il lungo percorso, durato più di un mese, che ha portato alla realizzazione del programma. Un viaggio affascinante, ricco di emozioni, che porterà lo spettatore a immergersi nell’atmosfera della città romana distrutta dall’eruzione del Vesuvio del 79 d.C.

Il documentario, calato nel silenzio del sito vesuviana alla vigilia della catastrofe, ci consegna una città inerme, con le sue abitazioni eleganti, i monumenti e le strade avvolte dalla notte e dal sonno. In un doppio racconto, affidato alle spettacolari immagini in 4K e alla rievocazione di attori, Angela ci condurrà nel cuore di una delle tragedie più sconvolgenti della storia antica.

“Stanotte a Pompei” rappresenta il quinto speciale che Angela ha dedicato ad alcune delle principali meraviglie del nostro patrimonio culturale ed archeologico, tra cui il Museo egizio di Torino, e i tesori del Vaticano. “Filmare Pompei di notte – ha dichiarato Angela – e farlo con una prima serata su Rai Uno è indubbiamente una sfida ma allo stesso tempo anche un grande messaggio lanciato dalla televisione pubblica, nel segno della cultura. A Pompei si respira ancora la vita – ha concluso Angela – si respira ancora la vita. Una vita che abbiamo cercato di raccontare nel suo dettaglio più intimo”.

Angelo Mascolo