A Napoli le celebrazioni del 75° anniversario del sacrificio di Salvo d’Acquisto

Questa mattina alla presenza di familiari dell’Eroe e di rappresentanze dell’Arma in servizio e in Congedo è stato deposto un cuscino di fiori sulla tomba dell’Eroe nella Basilica di Santa Chiara

523

Si è commemorato oggi il 75° anniversario della morte del Servo di Dio e Medaglia d’Oro al Valor Militare Salvo d’Acquisto, il vice Brigadiere napoletano dei Carabinieri che a soli 22 anni, da vice Comandante della Stazione di Palidoro (RM), offrì la propria vita per salvare quella di 22 cittadini di Torrimpietra (RM) che un reparto delle SS tedesche si accingeva a fucilare per rappresaglia.

Questa mattina il Comandante Interregionale “Ogaden”, Generale di Corpo d’Armata Vittorio Tomasone e il Generale di Brigata Maurizio Stefanizzi, Comandante della Legione “Campania”, alla presenza di familiari dell’Eroe e di rappresentanze dell’Arma in servizio e in Congedo ha deposto un cuscino di fiori sulla tomba dell’Eroe nella Basilica di Santa Chiara.

A seguire, la deposizione di una corona di alloro al monumento dedicato alla Medaglia d’Oro, in piazza Salvo D’Acquisto.

Una occasione di raccoglimento nel rievocare i fatti che portarono alla morte del giovanissimo Sottufficiale, ricordare le tappe delle brevi e intense vita e carriera, la dedizione al bene comune.