Permangono incompatibilità all’interno del Comune di Ercolano come più volte denunciato dalla Cgil

Una comunità che anela al rinnovamento qualitativo non può permettersi ombre sulla trasparenza operativa che la caratterizza: nei che stanno suscitando nei cittadini profonda confusione

940

Permangono incompatibilità all’interno del Comune di Ercolano come più volte denunciato dalla Cgil. La forza sociale nello specifico ha evidenziato nelle sedi opportune come il Comandante della Polizia Locale dott. Francesco Zenti ,ricoprendo nel contempo il ruolo di dirigente degli Affari Generali , divenga controllore di se stesso. Sempre la Cgil ha inoltre rimarcato ufficialmente come il Segretario Generale dell’Ente dott. Ferdinando Guarracino , essendo responsabile della trasparenza e dell’anticorruzione , quindi preposto al controllo degli atti degli altri dirigenti , ricoprendo il ruolo di dirigente all’Avvocatura divenga a sua volta supervisore di se stesso.




Direzione dell’avvocatura che presupporrebbe un’iscrizione all’albo degli avvocati da parte del dott. Guarracino ( sentenza del TAR di Milano , sez. III del 16.02.2015) : sempre secondo la Cgil nel caso del Segretario Generale dell’Ente in oggetto così non è. La Cgil attende inoltre chiarimenti ufficiali in merito alla sentenza emessa contro il Comune per atteggiamento antisindacale con conseguente annullamento degli atti relativi all’esternalizzazione dei servizi, tra cui quello della riscossione tributi attualmente gestita dalla società Andreani, inapplicata. Fatti, ampiamenti documentati, per i quali la Cgil attende risposte dal primo cittadino di Ercolano Ciro Buonajuto in relazione alle incompatibilità riguardanti il dott. Francesco Zenti e il dott. Ferdinando Guarracino e dalle istituzioni competenti in merito alla non applicazione della sentenza sopracitata.




Una comunità che anela al rinnovamento qualitativo non può permettersi ombre sulla trasparenza operativa che la caratterizza : nei che stanno suscitando nei cittadini profonda confusione. Il principio supremo per ogni onesto contribuente è che la “Legge è Uguale per Tutti” : concetto ribadito tante volte anche dall’ex leader del Pd Matteo Renzi fermo nel dichiarare pubblicamente , per chi ha buona memoria, come le sentenze debbano essere sempre applicate. In sintesi : onore alla Cgil che instancabile svolge il proprio ruolo in difesa dei lavoratori , della legalità e del rispetto nei confronti dei cittadini ercolanesi.

Alfonso Maria Liguori



Share
Condividi
PrecedenteTorre Annunziata: CMO, accordo raggiunto tra azienda e lavoratori su licenziamento collettivo
SuccessivoThe Kolors live il 6 ottobre a Casalnuovo per la IV edizione di “Calici e Cotone”
avatar
Pubblicista, con formazione scolastica classica e frequenza universitaria presso l'Ateneo Federico II di Napoli (corso di Laurea in Filosofia). Dal 2003 "Aml" è nato, giornalisticamente parlando, con il settimanale diocesano della Curia di Napoli "Nuova Stagione". Successivamente collabora con Cronache di Napoli, con Metropolis, con Napoli Più, svolgendo nel contempo attività di pubbliche relazioni e portavoce di politici. Impegnato nel sociale nel 2003 ha preso parte ad un progetto sociale per il recupero di minori a rischio promosso dall'associazione onlus "Figli in Famiglia" in collaborazione con il Tribunale per i Minori di Napoli. Ha curato eventi di solidarietà per associazioni onlus in favore di noti ospedali partenopei in collaborazione con l'Ubi Banca Popolare di Ancora. Ha diretto la trasmissione televisiva "Riflettori su Ercolano" (a sfondo sociale) per Tele Torre. Profondo conoscitore della strada e dei complessi meccanismi sociali che caratterizzano le problematiche di Napoli e della sua provincia, da anni collabora attivamente con il Gazzettino vesuviano.