Santa Maria la Carità: irrompono in casa armati e rapinano una donna. Identificati ed arrestati, scoperto anche il ricettatore

Due uomini uno di Torre Annunziate e l'altro di Castellammare di Stabia, approfittando della porta lasciata aperta avevano sottratto, arma in pugno, una collana d'oro ad una 66enne.

837

I carabinieri della Compagnia di Castellammare di Stabia e della Stazione di Aant’Antonio Abate hanno arrestato per rapina aggravata in concorso Giuseppe Maragas, 27 anni, di Torre Annunziata e Antonino Russo, 44 anni, di Castellammare, entrambi già noti per reati contro il patrimonio.

I militari dell’Arma hanno accertato, anche grazie a immagini prese da sistemi di videosorveglianza, che i due sono gli autori di una rapina a mano armata in una abitazione il 2 ottobre a Santa Maria la Carità quando, a volto coperto con caschi integrali e approfittando di una porta lasciata aperta, avevano fatto irruzione nella casa al pianterreno di una 66enne del posto e, minacciandola con una pistola, le avevano strappato di dosso una collana d’oro per poi darsi alla fuga in sella a uno scooter.

Nel corso delle perquisizioni domiciliari a loro carico i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato la pistola verosimilmente usata (una semiautomatica a salve priva di tappo rosso), lo scooter e indumenti e caschi uguali a quelli indossati durante il raid.

Trovata e sequestrata anche la somma di 105 euro ritenuta provento della cessione del gioiello a un ricettatore; scoperto anche quest’ultimo: è un 70enne di Castellammare già noto alle forze dell’ordine per truffa e ricettazione che è stato a sua volta denunciato. La collana d’oro della signora è stata ritrovata proprio in possesso del ricettatore e riconsegnata alla vittima. Gli arrestati sono stati tradotti al carcere di Poggioreale.

Share