Continua senza sosta e con grande successo l’opera professionale della dottoressa Elvira Taurino

Donna, moglie, mamma e professionista vincente la dottoressa Elvira Taurino rappresenta senza ombra di dubbio un modello da emulare per chiunque voglia avvicinarsi al mondo delle arti marziali e della filantropia

575

Continua senza sosta e con grande successo l’opera professionale della dottoressa Elvira Taurino, figura di rilievo a livello internazionale nelle arti marziali, cintura nera V Dan Taekwondo Tradizionale , pluricampionessa mondiale ed italiana di stile , combattimento e potenza, responsabile del TAEKWONDO TEAM TAURINO( Maestro V Dan Luigi Nardi, Maestro IV Dan Sara Staffelli, Istruttore II Dan Marco Elefante , Istruttrice II Dan Giulia Taurino). Donna, moglie, mamma e professionista vincente la dottoressa Elvira Taurino rappresenta senza ombra di dubbio un modello da emulare per chiunque voglia avvicinarsi al mondo delle arti marziali e della filantropia. Non si contano infatti le iniziative sociali che vedono direttamente protagonista un’atleta che ha più volte onorato il tricolore nel corso della sua lunga e prestigiosa carriera agonistica.




I successi ottenuti dal TAEKWONDO TEAM TAURINO sono indiscutibili : recentemente si è distinto all’ INTERNATIONAL TOUNAMENT W.A.S.C.O. TOUCHSPARRING, dove l’Italia ha trionfato 3 a 2 sulla Russia ai punti e al medagliere. Atleta, professionista, mamma e moglie esemplare la dottoressa Elvira Taurino rappresenta un’eccellenza italiana sulla quale investire senza esitazione per costruire un percorso rinnovativo che a 360° veda direttamente protagoniste le nuove leve. In relazione alla necessità di istituire corsi di difesa personale nelle scuole la dottoressa Taurino si era così espressa : “Sono anni che chiediamo maggior collaborazione alle scuole per istituire corsi di difesa personale immediata ed efficace. Ma tutte le istituzioni, compresa quella scolastica, arrancano sempre più vista la continua instabilità politico-economica. Focalizzare pochi punti e vitali può aiutare una donna a difendersi. La nuca, le tempie, la base del collo, la carotide, i genitali. Sono punti quasi sempre scoperti da parte dell’aggressore che, da solo o in gruppo, ha nella maggior parte dei casi, superiorità fisica sulla vittima. In 30 anni di attività sportiva e marziale ho potuto constatare che anche atlete ed atleti validi non sempre hanno avuto facoltà di sviluppare una chiara, immediata ed efficace risposta e autodifesa. Perchè la prestazione sportiva è un conto, le bellissime sequenze di intercettazioni, bloccaggi e leve articolari è un altro.




Affascinante prospettiva: ma l’immediatezza, l’esplosiva reattività è l’unica opportunità che un essere femminile ha per proteggere concretamente se stessa, sottrarsi e mettersi in fuga. Servono quindi corsi mirati all’efficacia: per quanto riguarda il mio team siamo a disposizione delle autorità competenti per avviare nelle scuole pubbliche corsi di autodifesa e non offesa che mettano in condizione le persone di reagire in modo efficace ad eventuali tentativi di violenza messi in essere da uno o più individui”. Della serie : la dottoressa Elvira Taurino è motivo d’orgoglio per il Paese e per chiunque creda nella legalità, nella giustizia sociale e nella tutela delle persone che versano in precarie condizioni esistenziali, con particolare riferimento ai più piccoli.

Alfonso Maria Liguori



Share
Condividi
PrecedenteAl Teatro San Carlo va in scena “L’Amore delle tre melarance”
SuccessivoLe inquietanti atmosfere di “Shining” tornano a Pompei
avatar
Pubblicista, con formazione scolastica classica e frequenza universitaria presso l'Ateneo Federico II di Napoli (corso di Laurea in Filosofia). Dal 2003 "Aml" è nato, giornalisticamente parlando, con il settimanale diocesano della Curia di Napoli "Nuova Stagione". Successivamente collabora con Cronache di Napoli, con Metropolis, con Napoli Più, svolgendo nel contempo attività di pubbliche relazioni e portavoce di politici. Impegnato nel sociale nel 2003 ha preso parte ad un progetto sociale per il recupero di minori a rischio promosso dall'associazione onlus "Figli in Famiglia" in collaborazione con il Tribunale per i Minori di Napoli. Ha curato eventi di solidarietà per associazioni onlus in favore di noti ospedali partenopei in collaborazione con l'Ubi Banca Popolare di Ancora. Ha diretto la trasmissione televisiva "Riflettori su Ercolano" (a sfondo sociale) per Tele Torre. Profondo conoscitore della strada e dei complessi meccanismi sociali che caratterizzano le problematiche di Napoli e della sua provincia, da anni collabora attivamente con il Gazzettino vesuviano.