Pompei, approvato il regolamento per le prestazioni a pagamento della Polizia municipale

Amitrano: “Si tratta di un atto importante che ci permette di non gravare sulle casse del Comune tutelando il lavoro del nostro personale di Polizia Municipale"

906

Il Consiglio Comunale approva il Regolamento che disciplina le prestazioni a pagamento rese dal Comando Polizia Municipale.

Si tratta di un importante atto con il quale l’Ente definisce i costi dei servizi assicurati dai vigili urbani per manifestazioni ed eventi di carattere privato che incidono sulla sicurezza e sulla fluidità della circolazione stradale nel territorio comunale, ma che comunque assicurano un introito economico per gli organizzatori e promotori.

Le prestazioni a pagamento rese su richiesta e/o nell’interesse di enti, aziende, società, organizzazioni, associazioni (con o senza scopo di lucro), comitati e soggetti privati aventi finalità privatistiche sono le seguenti: servizi di viabilità per lavori stradali, di manutenzione del verde o di cura di edifici svolti da soggetti privati su aree pubbliche o la cui esecuzione interessi aree o spazi pubblici; sagre, eventi culturali ed altre manifestazioni che comportano un introito economico per gli organizzatori; iniziative commerciali, industriali e pubblicitarie di carattere privato che comportano un’affluenza di veicoli nel territorio comunale e un introito ai promotori; servizi di scorta di sicurezza per trasporti eccezionali o in occasione di manifestazioni e gare o competizioni sportive; manifestazioni private in genere.

Sono escluse le prestazioni che rientrano tra i servizi pubblici essenziali;  le prestazioni che riguardano lo svolgimento di funzioni amministrative o comprese tra i servizi pubblici locali di cui all’art. 112 del D.Lgs 267/2000; le prestazioni rese dal personale di Polizia Municipale su richiesta di altri Comandi e svolti in conformità alla disciplina di cui alla legge 7 marzo 1986 n. 65, alla legge della regionale 13 giugno 2003 n.12 nonché al vigente regolamento del Corpo di Polizia Municipale del Comune di Pompei o quelle svolte nell’ambito dei servizi istituzionali disciplinati da apposite  leggi o da regolamenti comunali; le prestazioni erogate nell’ambito di iniziative ed eventi promossi dall’Amministrazione comunale che rientrano nei programmi degli eventi approvati con atto deliberativo di giunta ovvero per i quali è stato previsto un contributo economico da parte dell’Amministrazione; le prestazioni erogate dal Comando di Polizia Municipale in occasione di processioni, celebrazioni e ricorrenze civili o religiose; le prestazioni garantite dal personale della Polizia Municipale in occasione di comizi elettorali nei periodi delle consultazioni elettorali.

L’importo delle tariffe è calcolata secondo la retribuzione oraria della prestazione di lavoro straordinario del personale da impiegare secondo il vigente C.C.N.L. comparto Funzioni locali 2016/2018 comprensiva degli oneri a carico dell’Ente secondo un tabella pubblicata sul sito del Comune di Pompei.

“Si tratta – ha spiegato il sindaco Pietro Amitrano – di un atto importante che ci permette di non gravare sulle casse del Comune tutelando il lavoro del nostro personale di Polizia Municipale. Pompei è una città dove eventi e manifestazioni di richiamo internazionale, molte volte gestite da privati, sono all’ordine del giorno. E i Vigili Urbani devono poter assicurare il servizio adeguato alla cittadinanza senza che però a pagare sia solo il Comune, visto che poi i privati si assicurano un introito economico. Il Regolamento approvato dal Consiglio è il prodotto di una bella e importante collaborazione tra consiglieri di maggioranza e minoranza, che dimostra che quando c’è da lavorare per la nostra città si riesce pure a camminare fianco a fianco. Sono molto soddisfatto e ringrazio veramente tutti di questa utile collaborazione”.

Regolamento prestazioni a pagamento

Share