Puc, Annone: “Volla aspetta ancora mentre vorrebbe essere vissuta nella normalità”

"Il territorio ha bisogno di una vera svolta concreta, per adesso solo chiacchiere da bar"

634

Ancora una stoccata all’amministrazione Di marzo da parte del vicepresidente del consiglio comunle, Giuseppe Annone. Fratelli d’Italia, da sempre, dichiaratosi pronto ad una politica costruttiva, senza ostruzionismi preventivi e inutili, anzi dannosi per lo sviluppo della città, ritorna a rimarcare l’immobilismo della politica e soprattutto degli uffici comunali sulla questione Puc.


“Il territorio ha bisogno di una vera svolta concreta, per adesso solo chiacchiere da bar”, afferma Annone che rilancia: “La realtà è che senza Piano Urbanistico Comunale la città sarà priva di servizi, sottoservizi, di scuole, poliambulatori, nuovo Ufficio Postale e di tutti gli interventi che la nostra cittadina e i suoi abitanti aspettano da ormai troppo tempo”.

Annone parla di un territorio “maltrattato” da chi non attiva le procedure: “…vedi il verde non curato e abbandonato, vedi le aree delle scuole non pulite e non sicure, vedi le barriere architettoniche in attesa di essere abbattute. Volla aspetta ancora mentre vorrebbe essere vissuta nella normalità.

Su questo e altri argomenti d’interesse pubblico – conclude Giuseppe Annone – avvierò specifiche iniziative Istituzionali e Politiche. Io sarò e continuerò ad essere vigile”.

Filippo Raiola