Giugliano, fermati due bosniaci per ricettazione

A seguito del controllo i poliziotti hanno rinvenuto, all’interno del vano motore, occultata in una busta, numerosi oggetti in oro, tra cui diamanti e orologi da polso e vari monili

331

Questa mattina gli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Giugliano hanno sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria. O.E. e S.Z rispettivamente 24enne e 36enne, entrambi bosniaci, perché gravemente indiziati del reato di ricettazione.

I poliziotti, durante l’attività di prevenzione e repressione dei reati, hanno intimato l’alt ad una autovettura Fiat Punto proveniente dalla zona industriale di Giugliano e diretta alla Circumvallazione esterna.

Il conducente del veicolo anziché fermarsi ha accelerato fuggendo verso via Ferrovie dello Stato. Gli agenti li hanno inseguiti e bloccati poco dopo.

A seguito del controllo i poliziotti hanno rinvenuto, all’interno del vano motore, occultata in una busta, numerosi oggetti in oro, tra cui diamanti e orologi da polso e vari monili. I due bosniaci, già conosciuti alle forze dell’ordine, non riuscivano a dare alcuna spiegazione riguardo i preziosi rinvenuti.

L’autovettura, sfornita di assicurazione, è stata sequestrata mentre i due bosniaci sono stati sottoposti a fermo. Sono in corso indagini per risalire alla provenienza della refurtiva.