Castellammare, task force contro l’occupazione abusiva del suolo pubblico. Cimmino: “Ora basta”

Operazione coordinata dall'assessore Scafarto e dalla polizia municipale

492

Fioriere e manufatti abusivi sono stati rimossi nel rione Acqua della Madonna, proseguendo fino a piazza Giovanni XXIII, nel corso di un’operazione coordinata dal comando di polizia municipale e dall’assessorato alla legalità e sicurezza.

L’attività è partita in piena notte ed è proseguita fino all’alba con 12 verbali di rimozione elevati nei confronti delle attività commerciali del luogo. Sono stati sequestrati 9 tavolini, 85 fioriere, 31 sedie e 6 pedane nel corso di un’operazione che ha consentito di liberare pezzi di città occupati abusivamente, contribuendo al ripristino della legalità sul territorio #stabiese.

“L’attività proseguirà nei prossimi giorni e andrà a coinvolgere l’intera città – spiega Cimmino -. Da anni non venivano messe in campo iniziative come questa, che restituiscono dignità agli stabiesi onesti che hanno a cuore Castellammare. Questo è solo il primo passo di una serie di azioni che rientrano in un programma chiaro, messo in campo dall’assessorato alla legalità e dal comando di polizia municipale, che ci consentirà di ripristinare il decoro in una città da cui scacceremo l’illegalità diffusa per tenerci stretta con orgoglio la nostra vocazione turistica”.