Pompei, avevano aggredito i carabinieri a Villa dei Misteri, arrestato il secondo Rom

Grazie all’analisi delle immagini riprese dalle telecamere della stazione arresto anche il fuggitivo: Mihai Surubaru, 21enne, domiciliato a Teverola (Ce) dove era sottoposto ai domiciliari

375

Durante un servizio per contrastare i borseggi sui treni E.A.V. i carabinieri di Pompei e del posto fisso “Scavi” avevano controllato due giovani di etnia Rom. Per evitare guai i due avevano opposto resistenza aggredendo i carabinieri.

Marin Ciprian, 27enne, domiciliato nel campo di Napoli in via Santa Maria del Pozzo, era stato arrestato subito per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale; l’amico, invece, era riuscito a fuggire.

Grazie all’analisi delle immagini riprese dalle telecamere della stazione e dopo pazienti appostamenti i carabinieri hanno tratto in arresto anche il fuggitivo: Mihai Surubaru, 21enne, domiciliato a Teverola (Ce) dove era sottoposto ai domiciliari per reati contro il patrimonio, è stato sorpreso a Castellammare di Stabia nell’abitazione di una connazionale 18enne. Appena si è trovato davanti i militari ha provato a fuggire di nuovo ma il tentativo è stato vano: dopo una breve colluttazione è stato ammanettato.

Risponderà di resistenza ed evasione. adesso è in attesa del giudizio direttissimo.

Share