Comune di Ercolano: Cgil e l’avvocato Gargiulo sempre in prima linea per la legalità

“Faremo quanto in nostro potere perché il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto ottemperi ai suoi doveri nella massima trasparenza nei confronti sia dei dipendenti comunali che dei cittadini ercolanesi"

0
188

La Cgil a Ercolano continua a fare parlare positivamente di sé, soprattutto in relazione alla sua azione all’interno della macchina comunale. Con grande senso di responsabilità e spirito di lealtà la Cgil ha saputo coinvolgere le altre forze sociali in una pacifica lotta per la legalità, la trasparenza operativa e il buon senso nella gestione dell’Ente. La Cgil per prima ha evidenziato come una sentenza emessa contro il Comune per atteggiamento antisindacale con conseguente annullamento degli atti relativi all’esternalizzazione dei servizi, tra cui quello della riscossione tributi attualmente gestita dalla società Andreani, resti ad oggi inapplicata.

Per non parlare del parcheggio di via Alveo: l’esternalizzazione dell’area parking comporterebbe solo un danno, sempre secondo la Cgil, alle casse comunali. Inoltre grazie all’opera professionale e tempestiva della Cgil sono emerse all’interno dell’amministrazione comunale una serie di gravi anomalie che ad oggi restano tali: il ruolo di dirigente agli affari generali ricoperto dal dott. Francesco Zenti che renderebbe lo stesso incompatibile con la carica di Comandante della Polizia Locale in quanto di fatto controllore di se stesso, analoga condizione in cui verserebbe il Segretario Generale del Comune di Ercolano dott. Ferdinando Guarracino essendo da un lato responsabile dell’anticorruzione e dall’altro dirigente all’avvocatura. Direzione dell’avvocatura che presupporrebbe un’iscrizione all’albo degli avvocati da parte del dott. Guarracino (sentenza del TAR di Milano, sez. III del 16.02.2015): sempre secondo la Cgil nel caso del Segretario Generale dell’Ente in oggetto così non è.

Qui non si tratta di illazioni o tesi campate in aria ma di realtà oggettive ben visibili a tutti che la forza sociale è ben determinata a far emergere, con le dovute conseguenze, nelle sedi istituzionali competenti.

In linea con il pensiero della Cgil l’avvocato Loredana Gargiulo, coordinatrice per i paesi vesuviani del movimento “Sud Protagonista”. “ Faremo quanto in nostro potere – ha precisato l’avvocato Gargiulo – perché il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto ottemperi ai suoi doveri nella massima trasparenza nei confronti sia dei dipendenti comunali che dei cittadini ercolanesi. Due incompatibilità all’interno dell’Ente e una sentenza non eseguita non possono e non devono passare inosservate. Anche in merito alla composizione della Giunta, fatte le dovute eccezioni, riteniamo che Buonajuto ad oggi abbia investito su figure ben lontane dalle problematiche cittadine per non dire completamente allo scuro delle stesse. Un lusso che una città come Ercolano proprio non può permettersi. Sarebbe veramente interessante sapere cosa ad oggi alcuni assessori, tra cui qualcuno da poco non più in carica, abbiano prodotto di buono per la città. Come già ebbi modo di affermare – ha aggiunto Gargiulo –  durante il mio periodo di permanenza nel direttivo locale del PD occorre operare per il bene della comunità senza compromessi di sorta ne accordi presi a monte che limitino la libertà di scelta di chi governa il paese. Non condividevo e non condivido la politica messa in essere dal sindaco Ciro Buonajuto e da molti esponenti del PD: da qui la scelta coerente di lasciare un partito nel quale forse qualcuno si è sempre sentito talmente sicuro e superiore da non gradire le ponderate opinioni di altri”.

Della serie: l’avvocato Loredana Gargiulo continua la sua pacifica battaglia parallelamente alle forze sociali per il reale rinnovamento di una comunità che necessita fortemente di ritrovare unità d’intenti e fiducia nel pubblico.

Alfonso Maria Liguori