Ercolano: Loredana Gargiulo pronta alla volata per la candidatura a sindaco

"Fatte le dovute eccezioni agli ercolanesi sono ignote perfino le identità di alcuni assessori, uno non più in carica, che avrebbero al contrario dovuto conoscere profondamente le problematiche cittadine ed essere ben visibili sul territorio"

674

“Sarei pronta a candidarmi a sindaco della mia città per offrire il mio umile contributo al rinnovamento qualitativo di una comunità che ormai è sempre più divisa in casati”. Questo il commento a Ercolano dell’avvocato Loredana Gargiulo, ex esponente del direttivo locale del PD e attuale coordinatrice per i paesi vesuviani del movimento “Sud Protagonista”.

“Sono pronta – ha precisato l’avvocato Gargiulo – a scendere in campo contro la politica attuata dal primo cittadino Ciro Buonajuto ad oggi troppo distante dalle fasce più deboli della società e molto discutibile nella scelta dei componenti della giunta. Fatte le dovute eccezioni agli ercolanesi sono ignote perfino le identità di alcuni assessori, uno non più in carica, che avrebbero al contrario dovuto conoscere profondamente le problematiche cittadine ed essere ben visibili sul territorio”.




Chiaro il monito lanciato dalla Gargiulo che potrebbe decidere di scendere in campo come candidato sindaco in occasione delle ormai vicine amministrative locali. “Non escludo l’ipotesi – ha precisato Gargiulo – di candidarmi a sindaco per tentare di costruire un contesto sociale in cui tutti i cittadini siano valorizzati in ugual misura senza essere distinti in appartenenti e non alla cosiddetta casta. Ci sono poi punti oscuri da chiarire all’interno della macchina comunale: due incompatibilità all’interno dell’Ente e una sentenza non eseguita non possono e non devono passare inosservate.

Nello specifico mi riferisco alla condanna inflitta all’Ente per atteggiamento anti sindacale con conseguente annullamento degli atti relativi all’esternalizzazione dei servizi, tra cui quello della riscossione tributi attualmente gestita dalla società Andreani. Per non parlare delle incompatibilità che riguardano il ruolo di dirigente agli affari generali ricoperto dal dott. Francesco Zenti che renderebbe lo stesso incompatibile con la carica di Comandante della Polizia Locale in quanto di fatto controllore di se stesso, analoga condizione in cui verserebbe il Segretario Generale del Comune di Ercolano dott. Ferdinando Guarracino essendo da un lato responsabile dell’anticorruzione e dall’altro dirigente all’avvocatura.




Direzione dell’avvocatura che presupporrebbe un’iscrizione all’albo degli avvocati da parte del dott. Guarracino (sentenza del TAR di Milano, sez. III del 16.02.2015): cosa che non è”. L’avvocato Gargiulo è un personaggio stimato in città per grinta, preparazione e perbenismo sempre messi in essere in difesa di quella che la stessa toga ha più volte definito “amata realtà d’origine”. Una risorsa umana e professionale rilevante che potrebbe a sorpresa rivelarsi l’alternativa in “rosa” all’attuale sindaco Ciro Buonajuto.

Alfonso Maria Liguori