Mamme Vulcaniche: il sindaco “Non è stato cacciato nessuno”

Ho incontrato la presidente e una delegazione dell’Associazione alle quali ho spiegato cosa è accaduto

0
411

Sulla polemica che si è scatenata nelle ultime ore circa la vicenda che ha interessato l’Associazione Mamme Vulcaniche, è intervenuto il sindaco Antonio Diplomatico, che spiega “Non è stato cacciato né sfrattato nessuno dalla sede di proprietà del comune utilizzata in comodato d’uso gratuito dall’Associazione Mamme Vulcaniche.

Ho appena incontrato la presidente e una delegazione dell’Associazione alle quali, nel corso di un colloquio garbato, ho spiegato cosa è accaduto. Va premesso che la struttura che ospita le Mamme Vulcaniche è l’ex macello comunale, ove vi sono altri locali utilizzati dal comune per deposito, struttura peraltro in fase di alienazione com’è noto da tempo alla stessa Associazione.

Nel tardo pomeriggio di ieri il dirigente del settore manutenzione avendo appreso di un tentativo di atto vandalico allo stabile e ai locali che custodiscono beni del comune, e avendo accertato che il cancello di accesso alla struttura era spalancato, si è prontamente preoccupato di porlo in sicurezza facendo apporre una catena con catenaccio.

Lo stesso dirigente non era a conoscenza del fatto che un piccolo locale a piano terra era in uso alle Mamme Vulcaniche e quindi non si è preoccupato di doverne dare comunicazione. Questi sono i fatti accaduti ed è vergognosa e disgustosa la strumentalizzazione che in queste ore si sta facendo su questa vicenda, tirandomi in ballo quasi mi fossi macchiato di chissà quale nefandezza.

Sono stato tra i primi ad aver apprezzato la meritoria azione avviata dalle Mamme Vulcaniche nel 2010 quando vi fu l’emergenza rifiuti. Circa le dichiarazioni dell’on.le Francesco Borrelli e dei Verdi, li invito in comune dove potremmo avere un confronto istituzionale sulla vicenda e più in generale sulla tematica dell’associazionismo e del volontariato, tema che da sempre mi sta a cuore”.