Milik pesca il jolly e sbanca Cagliari

Secondo tempo con un gioco effettivo di 20 minuti e con i giocatori del Cagliari più per terra che in piedi con la compiacenza dell’arbitro

0
347

Il Napoli giochicchia nel primo tempo con Ounas versione triccheetracche senza ’a botta tipo ultimo dell’anno, ed un centrocampo poco veloce nel giropalla e nelle verticalizzazioni.

Cambia il ritmo nel secondo tempo con la squadra azzurra che alza il pressing, la linea di difesa e centrocampo, velocizzando la manovra e le verticalizzazioni sugli esterni.

Cambi offensivi di Ancelotti che sposta ulteriormente il baricentro in avanti e vince la partita con una prodezza balistica di Milik.

Ancora un weekend vergognoso degli arbitri italiani che, nonostante l’evidente superiorità della Juventus, non perdono occasione per favorire palesemente e senza pudore la squadra della famiglia Agnelli.

Al limite del ridicolo Doveri con due episodi incredibili per il direttore di gara: spinta potente su un peso massimo come Koulibaly che finisce per terra fuori dal campo non sanzionata, mentre sul fronte opposto una spinta di Callejon, un peso piuma, su Padoin sanzionata dall’arbitro con una punizione contro il Napoli.

Secondo tempo con un gioco effettivo di 20 minuti e con i giocatori del Cagliari più per terra che in piedi con la compiacenza dell’arbitro che alla fine di questa farsa ammonisce due giocatori per parte. Una vergogna.

Enzo Cuomo