Fermato per tentato omicidio un 18enne torrese per la sparatoria in pescheria

I proiettili esplosi ferirono due persone, un finanziere fuori servizio e un dipendente della pescheria, ancora oggi in prognosi riservata. Oggi la svolta con fermo dal sospettato

0
628

I poliziotti del Commissariato Torre Annunziata, poco dopo le 17.00 di questo pomeriggio, hanno dato esecuzione al fermo emesso dalla Procura della Repubblica nei confronti di C.M., diciottenne di Torre Annunziata, gravemente indiziato di tentato omicidio, lesioni aggravate e porto illegale di arma da fuoco.

La sparatoria lo scorso 30 dicembre in via Roma di Torre Annunziata in seguito ad una lite scoppiata per futili motivi legati alla viabilità e culminata con l’esplosione di un paio di colpi di arma da fuoco all’indirizzo della pescheria ‘O Vangelist da parte di un giovane a bordo di un motociclo.

I proiettili esplosi ferirono due persone, un finanziere fuori servizio e un dipendente della pescheria, ancora oggi in prognosi riservata.

Le indagini, immediatamente avviate dagli agenti del Commissariato di Polizia di Torre Annunziata, coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Oplontino, hanno consentito di ricostruire l’accaduto ed il presunto responsabile del raid criminale.