Trecase: consegnato al comune bene confiscato alla camorra

La nuova destinazione cui sarà adibito l’immobile è sede del Centro Operativo Comunale

361

Si è svolta stamani la cerimonia di consegna di un bene confiscato alla criminalità organizzata al Comune di Trecase. L’immobile in questione si trova in via Antonio Sciesa al civico 46.

Un funzionario dell’Agenzia Nazionale dei Beni confiscati ha consegnato le chiavi dell’appartamento nelle mani del sindaco, Raffaele De Luca. Secondo un’apposita deliberazione di giunta municipale il bene

 

ospiterà la sede del Centro Operativo Comunale e della Protezione Civile.

Il sindaco De Luca ha sottolineato: “Oggi è un giorno importante, perché lanciamo due messaggi positivi alla popolazione ed in special modo ai giovani. Il primo è che chiunque si muove al di fuori del perimetro della legalità, prima o poi viene sconfitto dallo Stato e dalle istituzioni democratiche. Il secondo è che, attraverso la confisca, si è tolto un bene nella disponibilità della criminalità organizzata e lo si è messo a disposizione della comunità”.

La nuova destinazione cui sarà adibito l’immobile è sede del Centro Operativo Comunale, vale a dire di quella struttura al vertice della quale figura il Sindaco, nella qualità di Autorità Comunale di protezione civile, con compiti di coordinamento generale in caso di calamità naturali o emergenza.

Accanto al sindaco lavorano i responsabili delle nove funzioni di supporto che hanno la necessità di svolgere le attività utili ad affrontare le criticità che si manifestano nel corso di un evento calamitoso.

Il sindaco ha garantito che l’immobile appena acquisito dal Comune sarà oggetto di lavori finalizzati a far sì che la struttura diventi operativa nel più breve tempo possibile: “di recente – ha concluso – ho incontrato il presidente De Luca al quale ho espresso il mio impegno personale e quello della mia amministrazione per aumentare la percezione di sicurezza dei miei concittadini”.