E come tutti i salmi, finiscono in Gloria, anche al Vallefuoco di Mugnano tutta la partita si condensa in un “Bianchi alè”. Sì, e la marcia continua.


Ognuno ha messo il suo, il Gigi Squillante ha dato il carattere ed ora il Sasà Campilongo sta limando il lato tecnico tattico. Oggi non è un Savoia stellare, pardon, non è ancora, ma lo diverrà, però è una squadra che impone il suo gioco con rapidi scambi e buone triangolazioni, che a volte, purtroppo si infrangono sotto la porta avversaria. Ma qualcosa sta muovendosi.

Oggi Adama Diakitè ha segnato, non è ancora al top, ma l’aver gonfiato la rete che ha dato la vittoria ai suoi colori, fa ben sperare in un ottimo futuro.

Nel frattempo, la classifica comincia finalmente a lievitare, un buon pane ha bisogno di ottimo lievito e questo pane bianco sta crescendo ‘na bellezza… non inganni il risultato. Ora che si fa?

Mi pongo la domanda e la risposta la danno presidente e mister, si va avanti, sempre più in alto e poi si faranno i conti alla fine. Nel frattempo c’è solo da segnalare due goal annullati ai bianchi, qualche mani non visto, ma questo va nell’ordine normale delle cose, in effetti siamo ancora nel campionato nazionale dilettanti e l’arbitro venuto da Lanciano, ben lo sa e lo è.

Mò non voglio volare, ora comincia la prossima gara, già da stasera e questo è il vero problema, qui la partita non finisce quando l’arbitro fischia la fine, ma comincia subito l’altra: e se poi?

Basta così… aggiate pacienza.

Ernesto Limito