Pompei, uccelli protetti in uno stabile di traversa Capone, liberati sul Vesuvio

Tutti gli uccelli rinvenuti appartengono a specie protette e di cui è vietata la detenzione

0
363

Ieri mattina i poliziotti del Commissariato Pompei sono intervenuti in uno stabile di via Traversa Capone da cui si udiva un forte cinguettio proveniente da un ballatoio. Gli agenti, non appena raggiunto il luogo, hanno notato subito tre reti metalliche utilizzate per la cattura dei volatili ma soprattutto diversi uccelli che erano già ingabbiati.

In particolare i poliziotti hanno rinvenuto un lucherino, due fanelli e nove cardellini, di cui quattro con la cosiddetta “camicia” per richiamare e catturare altri uccelli. Tutti gli uccelli rinvenuti appartengono a specie protette e di cui è vietata la detenzione.

Altri sette cardellini e due verzellini invece erano ingabbiati in uno scantinato del condominio all’aperto.

Gli uccelli sono stati visitati da un veterinario dell’ASL che ne ha accertato le buone condizioni di salute e, su disposizione dell’autorità giudiziaria, sono stati poi gli stessi poliziotti del locale Commissariato a liberarli sul Vesuvio.