Stasera al Menti il big match tra Juve Stabia e Catanzaro

La capolista campana incontra una delle altre tre competitor per la promozione potendo godere di un vantaggio di 9 punti

328

Juve Stabia Fidelis AndriaIl countdown alla “madre” di tutte le partite è agli sgoccioli: alle 20.30 ci sarà il fischio d’inizio del big match tra Juve Stabia e Catanzaro al “Menti”. Sommando i punti tra le due contendenti, si arriva a quota 103, una cifra strabiliante che serve a dare un’idea dei valori in campo.

La capolista campana incontra una delle altre tre competitor per la promozione potendo godere di un vantaggio di 9 punti (8 invece sulla seconda, il Trapani), ma i calabresi devono recuperare ancora una gara in casa contro la Viterbese. Sebbene il campionato sia ancora lungo, è innegabile che il turno numero 26 rappresenti una tappa ad altissima tensione, dal momento che si giocherà in contemporanea anche Trapani-Catania, legata con un doppio fil-rouge a Juve Stabia-Catanzaro, in vista dei possibili sviluppi in classifica al termine dei 90 minuti di un mercoledì scoppiettante per il girone meridionale della serie C.

Al “Menti” si attende un foltissimo pubblico, che costituirà il dodicesimo uomo in campo per la compagine di casa alla ricerca di gol vincenti per minare le velleità del Catanzaro che vuole vendicarsi del 3-0 subito all’andata.

Un esperto di reti, come il bomber stabiese Paponi (10 gol in stagione), fa sapere che “la partita contro il Catanzaro non sarà decisiva, in quanto è ancora troppo presto. Sicuramente sarà un match bello e avvincente da giocare, considerando che il Catanzaro ultimamente è una macchina da gol. Da parte nostra ci esprimeremo al massimo come ci compete”. Nel girone di ritorno il Catanzaro è la squadra che ha realizzato più reti (19), mentre la Juve Stabia è quella che ha subito di meno, avendo ancora la porta inviolata. Il big match arriva in momento di ottima forma per i campani che continuano ad inanellare risultati positivi e rivelarsi come una squadra che bada al sodo, senza fronzoli sul campo. Gli stabiesi hanno sempre fatto corsa su di sè, senza badare ai risultati delle altre.

Psicologicamente potrebbero sfruttare la possibilità di giocare per due risultati su tre, ma non è nella mentalità degli uomini di Caserta, mentre i calabresi si giocano una fetta importante di campionato per il prosieguo della stagione, non lasciando niente di intentato al “Menti”. 

Il fortino campano è sempre stato ostico per la squadra calabrese, il cui ultimo successo (1-0) è datato 26 gennaio 1992 in un campionato della serie C2. Da allora nei successivi sette match, si sono registrati tre pareggi e quattro vittorie per i gialloblù. Quello di stasera sarà anche un match dove i rispettivi tecnici, Caserta e Auteri, si sfideranno a colpi di alchimie tattiche, che stanno alla base della diversa concezione del calcio da parte dei due allenatori.

In casa Juve Stabia non si prevedono stravolgimenti per la formazione che andrà in campo: gli stabiesi hanno usufruito del turno di riposo come da calendario per preparare a puntino l’impegno infrasettimanale. Nella fila stabiesi il punto interrogativo è legato alla presenza dell’esterno Di Roberto nella lista dei convocabili. L’attaccante è reduce da uno stop per problemi muscolari. Per gli altri componenti della rosa non ci sono dovrebbero essere problemi, con Caserta che decidera` l’undici iniziale da schierare  poche ore prima della contesa.