Il derby a porte chiuse tra Casertana e Juve Stabia si chiude a reti bianche

Domenica prossima Juve Stabia avrà un altro derby,  stavolta in casa contro la Cavese mentre la Casertana andrà a Trapani

380

Finisce con un pari senza reti l’incontro tra Casertana e Juve Stabia, disputato nel silenzio  del “Pinto”, essendosi giocato a porte chiuse per le note vicende legate allo stadio casertano. Punto prezioso per i gialloblù di Castellammare, visto che tra le inseguitrici il Catanzaro perde a Bisceglie e il Catania pareggia in casa col Potenza. Solo il Trapani vince invece 3-0 a tavolino col Matera, escluso dal torneo. In vetta resta la Juve Stabia imbattuta con un vantaggio di +4 rispetto al Trapani,  +7 se si considerano già acquisiti i tre punti col Matera che arriveranno alla penultima giornata. Inoltre gli stabiesi hanno giocato una partita in meno avendo già osservato il turno di riposo come da calendario. Se nelle prossime 8 partite che restano alla fine del campionato la Juve Stabia mantiene la media inglese (vincendo in casa e pareggiando fuori), sarà aritmeticamente irraggiungibile in vetta alla classifica dalla pletora di inseguitrici. Il 7 aprile inoltre la Juve Stabia incontrerà al Menti il Trapani.

Partita senza grandi emozioni al Pinto,  la Juve Stabia mirava al punto e ha sapientemente gestito la gara con acume tattico e mirata strategia.

La Casertana ha mostrato più verve e voglia di vincere, ma I falchetti hanno incontrato una forte difesa, nonostante le assenze di Vitiello e Marzorati nelle fila gialloblù. Da segnalare il clean sheet numero 18 per il forte portiere Branduani, unico in Italia a non aver ancora subito una rete nel girone di ritorno. Solo 9 reti subite dalla Juve Stabia, un record a livello mondiale condiviso solo con i serbi del Partizan Belgrado che però hanno giocato tre partite in meno nel loro campionato di Super Liga.

Nel primo tempo la Casertana costruisce due occasioni propizie con Castaldo  (35’) e Padovan (38’),con Branduani sicuro nello sventare le minacce sui tiri degli avversari.

Nella ripresa la Juve Stabia passa al 3-5-2, la Casertana tenta il tutto per tutto e ha ancora con Castaldo (15’) una buona occasione di testa su cross da sinistra, ma la palla si perde fuori di poco.

La Juve Stabia perde a metà ripresa Allievi per infortunio ad una caviglia e al 33’ va comunque  vicino alla segnatura: incursione sulla fascia sinistra di Canotto, il suo cross radente non viene ribadito in rete per un niente da Paponi. Il match si segue. Nel finale due espulsioni nelle fila della Casertana con D’Angelo e Rainone troppo nervosi, mandati anzitempo negli spogliatoi, il primo per un fallo su Germoni,  il secondo per atteggiamento irriguardoso nei confronti dell’arbitro. La Juve Stabia non spinge, soddisfatta del pareggio, e la Casertana, ormai stanca su un terreno impossibile, temporeggia fino al fischio di chiusura, confermandosi al quinto posto in zona play off.

Domenica prossima Juve Stabia avrà un altro derby,  stavolta in casa contro la Cavese mentre la Casertana andrà a Trapani. Altro big match Catanzaro-Catania. La Casertana dovrà inoltre risolvere il problema stadio, interessato dai lavori di restyling per le Universiadi. In caso di più di altre due partite a porte chiuse , si rischia l’esclusione dal campionato.

CASERTANA (3-5-2): Adamonis 6; Lorenzini 6, Rainone 5, Pascali 6; Meola 6, D’Angelo 5, Santoro 6 ( 23’ st Mancino 6), De Marco 6, Zito 6; Castaldo 6.5, Padovan 6 (30’ st Floro Flores 5). All.: Esposito  – Di Costanzo 6.

JUVE STABIA (4-3-3): Branduani 7; Schiavi 5 (1’ st Melara 6), Allievi 6.5 (29’ st Mastalli 6), Troest 7, Germoni 6; Calò 6 (26’ st Vicente 6), Carlini 6, Mezavilla 6; Elia 5 (16’ st Canotto 6), Paponi 5.5, Torromino 5 (35’ st El Ouazni sv). All.: Caserta 6.

ARBITRO:  Amabile di Vicenza 6.5.
Guardalinee : Ruggieri e  Basile.

AMMONITI: Rainone (C ), Zito ( C ), Padovan ( C) , Lorenzini ( C), Mancino ( C); Schiavi (JS)
ESPULSI: 44’ st D’Angelo ( C), 47’ st Rainone  (C).
NOTE:  partita giocata a porte chiuse. Angoli 2-2. Recupero, pt 1’, st  4′.