Ancora un pari per la Juve Stabia nel derby con la Cavese

Un derby caratterizzato da tante emozioni: alla fine termina sul punteggio di 2-2. Entrambe le squadre hanno onorato la memoria di Catello Mari giocando una partita gagliarda

Un derby caratterizzato da tante emozioni quello fra Juve Stabia e Cavese:  alla fine termina sul punteggio di 2-2. Entrambe le squadre hanno onorato la memoria di Catello Mari giocando una partita gagliarda. Splendida coreografia sugli spalti da parte della due festanti tifoserie. Davvero una serata di grande sport. Meglio la Cavese nel primo che blocca la capolista ma nel secondo tempo la Juve Stabia ha reagito bene , recuperando la Cavese e pareggiando. Alla fine la Juve Stabia avrebbe anche potuto vincere ma non è stata lucida sottoporta. Per la Cavese è l’ottavo risultato utile di fila, buono per la corsa ai playoff, per la Juve Stabia comunque un punto importante per gestire il primo posto in graduatoria dopo le vittorie del Trapani e del Catania. La Juve Stabia soffre le assenze in difesa di Vitiello,  Marzorati e Allievi. Lo stesso Troest ha giocato con infiltrazioni dopo i dolori alla schiena prima della rifinitura di sabato pomeriggio.

Nel primo tempo Cavese  vicina al gol con un tiri da fuori area di Rosafio (20’) e Sainz Maza (24’). Al terzo tentativo la Cavese passa al 28’: Sainz Maza da sinistra serve in area Pugliese che batte Branduani. Per lui primo gol subito nel girone di ritorno e imbattibilità che si ferma a 915’.

Nella ripresa Caserta cambia modulo passando al 3-5-2: dentro Elia ed El Ouazni, fuori Mezavilla, per lui problemi muscolari, e Di Roberto. Al 6’ pari stabiese: cross di Elia,  ottimo il suo ingresso in campo, dal versante destro e Paponi di testa insacca. Nuovo vantaggio della Cavese due minuti dopo: tiro dalla distanza di Pugliese con Branduani incerto che sbaglia la respinta con i pugni. La Juve Stabia non ci sta e reagisce alla mazzata psicologica: al 18’ Mastalli sbaglia però un gol fatto sottoporta calciando alle stelle in area picvola su assist di Canotto da sinistra. Sul capovolgimento di fronte è Fella a fallire il 3-1 con Branduani decisivo sul contropiede degli ospiti. Il pareggio arriva al 30’ per la Juve Stabia, su rigore trasformato da Carlini, decretato dall’arbitro per fallo di Palomeque su Canotto. Alla fine l’assedio della Juve Stabia che non riesce a trovare il terzo gol su una Cavese stanca ma che riesce a resistere. Nel prossimo turno big match fra Catania e Juve Stabia al “Massimino”.

JUVE STABIA (4-3-3): Branduani 5.5; Schiavi 5.5 Mezavilla 5.5 (1’ st Elia 7.5) Troest 6.5 Germoni 6; Mastalli 5 (25’ st Vicente 6.5) Calò 6 Carlini 6.5; Di Roberto 5 (1’ st El Ouazni 6) Paponi 6.5 Canotto 6.5. A disp.: Venditti, Ferrazzo, Melara, Castellano, Viola, Dumancic, Sinani, Torromino, Lionetti. All.: Caserta 6.5.

CAVESE (4-3-3): De Brasi 6; Palomeque 5 Silvestri 6 Bacchetti 5.5 Ferrara 6 (11’ st Filippini 5); Pugliese 8 (34’ st  Bruno sv), Favasuli 6 Tumbarello 6 (26’ st Logoluso 5); Rosafio 6 Fella 5 (34’ st Manetta sv) Sainz Maza 6.5 (35’ st Flores Heatley sv). A disp.: Bisogno, De Rosa, Buda, Agate, Nunziante, Castagna, Magrassi. All.: Modica 6.5.

ARBITRO: Paterna di Teramo 5.5.

Guardalinee: Salvatori-Perrotti.

MARCATORI: 28’ pt Pugliese ( C ), 6’ st Paponi  (JS ), 8’ st Pugliese  ( C), 30’ st Carlini (rig,JS).

AMMONITI: Bacchetti ( C), Tummarello ( C), Schiavi (JS), Germoni (JS), Ferrara  ( C ), Paponi  (JS ).

NOTE: spettatori circa 4500 con 750 tifosi cavesi. Angoli 8-6 per la Juve Stabia. Recupero, pt 0’, st 5’.