Spaccio di droga in penisola sorrentina, decine di misure cautelari

Identificati mandanti e autori di spedizioni punitive contro spacciatori concorrenti, in manette anche malavitosi del vesuviano

0
442

Vasta operazione dei carabinieri del comando provinciale di Napoli in corso tra area stabiese e penisola sorrentina dopo indagini coordinate dalla procura di Torre Annunziata.

I militari dell’arma stanno dando esecuzione a 26 misure cautelari emesse dal locale gip a carico di altrettanti soggetti, tra i quali vi sono esponenti di spicco della criminalità stabiese e spacciatori locali.

 

 

All’inizio del 2018, alcuni incendi di auto e piccoli danneggiamenti verificatisi nell’ambiente di spacciatori del comune di Vico Equense, hanno focalizzato l’attenzione dei Carabinieri. Così, sotto il coordinamento della Procura di Torre Annunziata, è stata avviata un’indagine con incisive investigazioni sia tecniche, con intercettazioni ambientali, telefoniche e telematiche, che tradizionali, con pedinamenti, servizi d`osservazione e perquisizioni.

Gli indagati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di detenzione a fini di spaccio e di coltivazione e produzione di stupefacenti ma anche di estorsione, danneggiamento, furto e minacce.

Nel corso dell’indagine sono stati effettuati decine di riscontri e intercettati e sequestrati carichi di cocaina, hashish e marijuana; individuate e distrutte migliaia di piante di cannabis indica coltivate nelle zone impervie del Monte Faito, identificati mandanti e autori di spedizioni punitive contro spacciatori concorrenti.

Ricostruite centinaia di cessioni di droga, pagamenti in contanti a produttori e fornitori, aggressioni tra malavitosi per ottenere il controllo del territorio.