Poggioreale: detenuto aggredisce agente della polizia penitenziaria

Ancora una volta a Poggioreale un detenuto italiano colpisce al volto un agente della Polizia Penitenziaria in servizio

426

Nulla di nuovo dalle istituzioni per il Giuseppe Salvia di Napoli.

Ancora una volta un detenuto italiano colpisce al volto un agente della Polizia Penitenziaria in servizio presso la sezione isolamento del penitenziario partenopeo di Poggioreale.

Per nulla incline al rispetto delle regole penitenziarie, lo stesso dopo aver disturbato per tutta la notte, l’intera sezione e gli altri ristretti, approfittando della presenza presso il cancello della propria stanza del collega, il quale lo richiamava ad un comportamento maggiormente rispettoso soprattutto del detenuto addetto alle pulizie, lo colpiva con due potenti schiaffi.

“Non possiamo che esprimere la nostra solidarietà all’operatore sottolineando l’estrema urgenza di dotazioni strumentali tali da poter consentire la gestione di simili casi in tutta sicurezza per la quale abbiamo provato a sensibilizzare, al momento senza risultati, anche per l’estrema urgenza, i vari rappresentanti politici” dichiara il Luigi Castaldo, rappresentante del OSAPP.

Questa carenza strumentale, rappresenta solo l’ultima di una lunga serie di carenze di uomini mezzi e soprattutto di considerazione di cui soffre l’intero corpo della Polizia Penitenziaria anche da parte dell’attuale compagine governativa.

“Come sindacato maggiormente rappresentativo a Poggioreale, torniamo con forza a ribadire al governo di intervenire” – continua Castaldo – i numeri sono sempre gli stessi, abbiamo un sovraffollamento per oltre 800 unità ed la necessità di un incremento di 300 uomini di Polizia Penitenziaria”.

Share