Castellammare, il presidente Vincenzo Ungaro: “Contenuti distorti. Siete il fallimento della politica”

"E ne risponderete in tutte le sedi legali perché non lascerò nulla al caso, senza approssimazioni come invece siete abituati voi a fare"

596

“Vorrei solo capire fin dove si può spingere chi è stato bocciato dalla storia e dai cittadini per ottenere un nuovo minimo e pusillanime momento di notorietà. Vorrei capirlo e mi sforzo, ma non riesco proprio. Non riesco a capire come si può distorcere il contenuto di un’informativa delle forze dell’ordine per colpire me e la mia famiglia, parte chiaramente lesa in quel contesto che mi fa rabbrividire. Vorrei capire come possono fare tutto ciò onorevoli, avvocati, consiglieri. Che un minimo di esperienza nella lettura di documenti dovrebbero averla. Forse però per loro è solo tutto un gioco politico. Un gioco al massacro di chi per propri tornaconti personali si mette sotto i piedi la città e i cittadini, il futuro di Castellammare di Stabia. Per me non lo è: siete dei falliti. Come politici e come professionisti. E ne risponderete in tutte le sedi legali perché non lascerò nulla al caso, senza approssimazioni come invece siete abituati voi a fare”. Così Vincenzo Ungaro, presidente del consiglio comunale di Castellammare di Stabia.




“Entriamo anche brevemente nel merito delle azioni messe in campo. – ha detto Ungaro – Come presidente del consiglio comunale di Castellammare sono orgoglioso dell’opera di pulizia straordinaria effettuata dall’amministrazione comunale che da nove mesi governa questa città. In ordine di tempo, gli atti interni ed esterni riguardanti la gestione dei bagni pubblici e la questione della Lux Perpetua ben dimostrano l’attenzione che stiamo ponendo su certi temi. Altre inchieste aperte per quanto di nostra conoscenza, riguardano il famigerato Centro Commerciale Naturale e il modo in cui venivano effettuati interventi di “riparazione” della sede stradale, denuncia tra l’altro presentata da un collega consigliere di maggioranza. Voi quali azioni, durante gli anni bui e pieni di ombri dei vostri governi, avete messo in campo per tutelare la macchina comunale contro il rischio infiltrazioni di qualsiasi genere? Quando avete firmato gli atti per la Casa del Mandorlo, cos’è successo? C’è chi indaga, chi fa i fatti, chi lavora notte e giorno per questa città. E chi parla a vanvera, in quelle stesse ombre che gettano su Castellammare.

All’’onorevole di vendoliana memoria col “vizietto” di infangare gli avversari politici rispondo: dov’eri e cosa hai fatto in questi anni per Castellammare? Come si può scendere così in basso presentando scritti diffamanti senza leggere ed approfondire le cose. Non so cosa sia più grave se presentare interrogazioni scritte da altri senza conoscere i fatti o scriverle di proprio pugno e dimostrare di non saper leggere.




Una parte dell’opposizione politica che oggi siede in consiglio comunale è totalmente priva di idee. Ma noi siamo stanchi dei tentativi di ritornare ad un clima che affossa la città e allontana l’imprenditoria sana. Sapete qual è unica cosa di cui è stata capace quell’area politica? La spartizione di poltrone, potentati e orticelli con due amministrazioni mandate a casa per questi precisi motivi. Fantocci messi lì a governare da altri fantocci che facevano riferimento ad altri burattinai. A perdere era sempre e solo la città che nel frattempo scendeva nel baratro. Siete l’esempio più palese del fallimento della politica stabiese. Ora si chiedono le commissioni? La Prefettura verifica la nostra azione amministrativa? Bene, anzi, benissimo. Ci sentiamo ancora più rincuorati e rassicurati.

Gli uomini neri, che pensano di essere rossi, si rassegnassero invece di continuare a voler tenere le mani su questa città. Non imboccate più, tenetevi fuori e aspettate. Noi abbiamo fiducia, abbiatene anche voi”.



Share