San Giorgio a Cremano. Libero terzo indagato per stupro

"Non accertato il dissenso", per il Tribunale del Riesame. Non confermata violenza dalle prove

935

Stupro nell’ascensore della circumvesuviana di San Giorgio a Cremano, liberato anche terzo giovane coinvolto, Raffaele Borrelli, 24enne di Portici. Il tribunale del riesame di Napoli ha basato la sua decisione, secondo

 

quanto si apprende, perchè la fase della violenza non è documentata dai video delle telecamere di sicurezza poste nella stazione. Decade, quindi, anche per il terzo indagato la misura dell’arresto in carcere emessa dal gip.

Nelle motivazioni i giudici ricordano che le immagini dei video presentati dagli inquirenti riguardano precedenti e successive al denunciato stupro, e scrivono:  “Non è raggiunta, allo stato degli atti, la soglia della gravità in ordine al dissenso alla consumazione dei rapporti”. Nessuna violenza quindi dalle prove.