Un Napoli sottotono soccombe al Castellani

L’Empoli vince 2-1, non basta l’eurogol di Zielinski

Un Napoli lento, sgonfio e irriconoscibile quello visto al Castellani di Empoli. I padroni di casa hanno la meglio per 2-1. Il vantaggio arriva con Farias, con deviazione decisiva di Zielinski. Lo stesso centrocampista polacco si fa perdonare alla fine del primo tempo, segnando un fantastico gol da fuori area. Nella ripresa immediato nuovo vantaggio empolese con Di Lorenzo, che decide la partita.

La voglia e il bisogno di vittoria dei toscani hanno avuto la meglio: con questo successo gli uomini di Andreazzoli superano momentaneamente il Bologna e abbandonano la zona retrocessione. Probabilmente la testa dei partenopei è già a  Londra. Ne è una dimostrazione l’ampio il turnover attuato da Ancelotti (in campo dall’inizio Luperto, Malcuit, Younes e Ounas) per non rischiare altre noie fisiche per chi non era al meglio. La gara è stata però negativa anche da parte di chi di solito non tradisce: gente come Koulibaly, Callejon, Fabián Ruiz (entrato nel secondo tempo) e Milik sono sembrati in confusione e parecchio sottotono. Uno dei pochi ad elevarsi è stato Allan, sempre pronto ad attaccare l’avversario e ultimo a mollare.

Questo passo falso però non deve essere considerato come un vero campanello d’allarme: in partite come quelle contro l’Arsenal si vedrà senza dubbio un altro Napoli, almeno per quanto riguarda l’atteggiamento e l’approccio alla partita.

Salvatore Emmanuele Palumbo

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano