M5S: “Ammortizzatori sociali, la Campania c’è”

I consiglieri regionali Ciarambino e Saiello: “30 milioni per le aree di crisi. Cesaro e i suoi colleghi di partito chiedano scusa ai lavoratori che hanno ingannato”

454

Dopo la notizia dei giorni scorsi della firma del ministro del lavoro Di Maio in calce al decreto che stanziava 117 milioni di euro per gli ammortizzatori sociali destinati a quei lavoratori delle 18

 

aree di crisi complessa presenti sul territorio nazionale, alcuni esponenti di Forza Italia avevano attaccato, a mezzo stampa, i consiglieri regionali pentastellati perche’, secondo loro, la Campania era stata esclusa dal provvedimento. Fermo restando che questi quattrini spettano ai lavoratori di diritto, oggi con una nota i consiglieri regionali del M5S, Ciarambino e Saiello, puntualizzano e contrattaccano.

“Con le loro dichiarazioni infarcite di falsità, i consiglieri regionali di Forza Italia hanno gettato nel terrore e nello sconforto centinaia di famiglie di onesti lavoratori che il nostro Governo non avrebbe mai potuto dimenticare. Erano del tutto prive di fondamento le squallide affermazioni di Armando Cesaro, rilanciate a comando dai suoi colleghi di partito, secondo cui la Campania sarebbe stata esclusa dal decreto che finanzia gli ammortizzatori sociali straordinari per le aree di crisi complessa. Una bugia colossale. Con una norma inserita nel decreto Crescita approvato dal Consiglio dei ministri, la Campania ha ottenuto un finanziamento di 30 milioni di euro per i tre Poli di Acerra-Marcianise-Airola, Torre Annunziata-Castellammare e Battipaglia-Solofra. A parole strumentali e prive di sostanza di Cesaro e della sua Armata Brancaleone, come sempre siamo abituati a rispondere puntualmente ma con i fatti”. E’ quanto dichiarano i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino e Gennaro Saiello.

“Ribadiamo ai poltronisti di Forza Italia che stiamo aspettando le loro scuse. Non certo per noi, che alle loro figuracce siamo abituati. Quanto per tutti quei lavoratori e per le loro famiglie che sono stati tratti in inganno da affermazioni false. Gli stessi lavoratori a cui con il nostro Governo stiamo ridando quella dignità sottratta loro da scelte scellerate dei governi nazionali e regionali tardati Forza Italia e Pd, i cui effetti in Campania hanno prodotto crisi industriale e fuga a gambe levate di grandi multinazionali e desertificazione industriale. E’ a questi danni che stiamo ponendo rimedio, con misure come il reddito di cittadinanza e il doppio bonus per le imprese al Sud grazie alle quali tornerà finalmente a girare l’economia nei nostri territori”.