Bimba rom violentata dallo zio. Arrestato, ha ammesso le sue responsabilità

La mamma, cittadina rumena, aveva sporto querela nei confronti di un congiunto. La conferma delle visite che hanno riscontrato lesioni ritenute riconducibili a una recente violenza sessuale

La Sezione «Fasce deboli» della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli, sostituto procuratore Santulli, procuratore aggiunto Falcone, ha disposto un fermo di indiziato di delitto nei confronti di un soggetto ritenuto responsabile di violenza sessuale aggravata in danno di una minore di anni 5.

Il provvedimento è stato eseguito dalla Squadra Mobile nei confronti dello zio della piccola vittima  di etnia Rom che il 9 aprile era stata portata dalla madre all’ospedale Santobono. La cittadina rumena aveva sporto querela nei confronti di un congiunto accusandolo di aver violentato la figlia. Quanto denunciato dalla donna ha trovato conferma in quanto dichiarato dai medici dell’ospedale pediatrico cittadino che martedì sera a seguito delle visite si sono accorti di lesioni ritenute riconducibili a una recente violenza sessuale.

Sono state così subito avviate le indagini, con l’ausilio di attività tecniche, che hanno consentito di rintracciare il soggetto presso la stazione ferroviaria Circumvesuviana di Barra. L’uomo, nel frattempo, si era reso irreperibile e alla vista degli agenti ha tentato inutilmente la fuga.

Dopo un lungo interrogatorio nella Questura di Napoli, l’uomo ha ammesso le sue responsabilità ed è stato fermato con l’accusa di violenza sessuale su minore.

 

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteNapoli. Incurabili: sfollati occupano appartamenti interdetti
SuccessivoUn bel Savoia prenota i play off
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.