‘Il pomo della discordia’ a Somma Vesuviana

Scritto, diretto, ed interpretato da Carlo Buccirosso, con Maria Nazionale (cantante-attrice oplontina), Monica Assante di Tatisso, Giordano Bassetti, Peppe Miale

Al Teatro Summarte di Somma Vesuviana, prossimamente  va in scena “Il pomo della discordia”., scritto, diretto, ed interpretato da Carlo Buccirosso (v. foto), con Maria Nazionale (cantante-attrice oplontina), Monica


Assante di Tatisso, Giordano Bassetti, Peppe Miale ed altri, con  la partecipazione di Gino Monteleone e con  le musiche di Sal  Da Vinci.

Buccirosso  è nato a Napoli ed è autore prolifico sia di teatro che di cinema. Per un po’ ha fatto coppia con Vincenzo Salemme in parecchi spettacoli teatrali  di successo , tra cui  “Premiata Pasticceria Bellavista”, “E fuori nevica”;  nel cinema le sue interpretazioni culminano  con “Il divo” di Sorrentino e “La grande bellezza” di Vanzina.

“Il Pomo della discordia” si ispira  alla  mitologia,  ad un giorno di festa del  Parnaso:  la dea del mare celebra le sue nozze con un giovane affascinante,  la sposa è attorniata da tante divinità,  invitate al matrimonio, che le offrono preziosi doni;  l’unica non invitata è Eris, dea della discordia, che lancia una mela d’oro e fugge. Buccirossio trasferisce il racconto  ai giorni  nostri,  in una festa per il compleanno di Achille, giovane gay  della benestante  famiglia  Tramontano.

La trama de “Il pomo della discordia”  è animata da momenti conflittuali  tra padre e figlio, che è difeso ad oltranza dalla mamma, in aggiunta,  il festeggiato non ha ancora rivelato  della sua situazione, non presentando neppure  il suo fidanzato. Alla fine, la festa non è la mela  ad essere causa di discordia, ma “il pomo di Adamo” di Achille,  giudicato un   po’  in rilievo.

FEDERICO ORSINI