Fincantieri. Fiom: ‘Importante segnale di attenzione’

Tuttavia il fine di questa unità di intenti non resta del tutto chiaro e non dà le risposte fondamentali alle esigenze e ai bisogni che sindacati e lavoratori hanno messo in rilievo da anni, ribadiscono dal sindacato

296

“Il consiglio regionale monotematico su Castellammare di Stabia e sul futuro dei suoi cantieri tenutosi oggi è un importante segnale di attenzione da parte di tutte le forze politiche del territorio ad un luogo cruciale per lo sviluppo industriale della provincia di

 

Napoli. E riteniamo importante che su questo punto il Consiglio si sia espresso con un ordine del giorno votato all’unanimità, sottraendo la discussione alla contesa politica”.

E’ quanto si legge in un comunicato diffuso da Fiom e Cgil di Napoli.

“Tuttavia – precisa la nota – il fine di questa unità di intenti non resta del tutto chiaro e non dà le risposte fondamentali alle esigenze e ai bisogni che sindacati e lavoratori hanno messo in rilievo da anni, che Castellammare abbia come tutti gli altri cantieri del paese una missione produttiva netta e definita. In secondo luogo, qualora la Regione intenda definire, come dichiarato in conclusione dalla giunta, un protocollo di intesa con gli altri attori istituzionali sui finanziamenti da erogare e sul piano industriale riteniamo imprescindibile che a quel tavolo siano presenti sia le organizzazioni sindacali ma anche l’Autorità Portuale, che resta uno degli interlocutori fondamentali in questa vicenda, finora non coinvolta nella discussione”.
“Noi continueremo a batterci in tutti i luoghi – concludono Fiom e Cgil di Napoli – affinché Castellammare sia dotata di quelle infrastrutture ormai imprescindibili per renderlo un cantiere ancora più competitivo e per onorare ancora di più la sua storia centenaria”.