A Castellammare approvato il Dos in giunta comunale

"Abbiamo già ottenuto il parere favorevole in Regione Campania da parte del responsabile dell’obiettivo strategico dell’Asse 10 del Po Fesr Campania 2014-2020, il quale ha definito l’atto “completo e chiaro”

176

“Con l’approvazione in giunta del Documento di Orientamento Strategico (Dos), è arrivata a conclusione la fase della visione strategica della città, così come tradotta nel documento che verrà sottoposto prossimamente al vaglio del consiglio comunale”. Così Gaetano Cimmino, sindaco di Castellammare di Stabia.

“Abbiamo già ottenuto il parere favorevole in Regione Campania da parte del responsabile dell’obiettivo strategico dell’Asse 10 del Po Fesr Campania 2014-2020, il quale ha definito l’atto “completo e chiaro”, il che ci conforta ulteriormente in vista del percorso futuro da intraprendere. – prosegue il sindaco Cimmino – A seguire, si procederà con la compilazione delle schede relative ai singoli interventi compresi nel Piano Integrato Città Sostenibile (Pics), prima di giungere alla sottoscrizione dell’Accordo di Programma con la Regione Campania.




Già da tempo abbiamo individuato i nodi urbani su cui muoverci per l’elaborazione dei progetti, mediante una collaborazione proficua e una condivisione con le associazioni che hanno contribuito con le loro idee alla stesura del documento. Contrasto alla povertà e al disagio, valorizzazione dell’identità culturale e turistica della città, miglioramento della sicurezza urbana e accessibilità dei servizi per i cittadini: saranno questi i punti fondamentali per migliorare la qualità della vita dei cittadini stabiesi.




Ed il rilancio di Castellammare – conclude il sindaco Cimmino – passerà attraverso le strategie indicate nel Dos, la pietra miliare di un percorso che consentirà al Comune di dotarsi di un piano urbanistico, di evitare interpretazioni normative discrezionali e di colmare i vuoti e le lacune dovuti ad un decennio di assenza di discussioni su questa materia così importante per lo sviluppo della città”.