Lunedì di Pasquetta in campo per il Napoli

Al San Paolo sfida con l’Atalanta dopo l’amara eliminazione europea

398

L’amarezza per la sconfitta contro l’Arsenal e la conseguente eliminazione dall’Europa League è ancora viva, ma per il Napoli rimangono le ultime cinque gare di campionato da disputare. La prima è contro l’Atalanta, in programma per domani alle 19.


Gli azzurri sono stabilmente al secondo posto in classifica e questa posizione sarà con ogni probabilità quella finale (nella giornata di ieri la Juventus ha festeggiato la matematica conquista dello Scudetto e l’Inter ha pareggiato in casa con la Roma, restando 7 punti dietro il Napoli). Quindi per Ancelotti le ultime cinque partite di Serie A serviranno per valutare il futuro della rosa. È inevitabile che in vista della prossima stagione si attuino dei movimenti per rinforzare la squadra, e il tecnico analizzerà ulteriormente gli attuali componenti dell’organico in queste cinque partite per segnalare alla società come muoversi in sede di mercato.

E per il match contro i bergamaschi ci potrebbero essere dunque delle novità. Tra i pali Ospina potrebbe essere preferito a Meret. In difesa al fianco di Koulibaly ci sarà Chiriches, sulle fasce a destra Malcuit, che non scende in campo dal 3 aprile ad Empoli, e a sinistra Mario Rui. A centrocampo Verdi dovrebbe essere della partita, a farne le spese uno tra Zielinski e Fabián Ruiz: probabilmente sarà il polacco a sedersi in panchina, se invece sarà escluso lo spagnolo, Zielinski verrà impiegato al centro. In avanti possibile esclusione per Milik, con titolare la coppia Insigne-Mertens. Da segnalare la prima convocazione dopo due mesi per Albiol.

Per l’Atalanta invece la partita del San Paolo è molto importante: gli orobici stanno inseguendo il sogno chiamato Champions League e un successo in casa partenopea permetterebbe loro di agganciare il Milan al quarto posto, in piena zona Champions. Gasperini sta convivendo con il dubbio Ilicic: il trequartista sloveno non è al meglio e non è certissima la sua presenza sul terreno di gioco dal primo minuto, ma presumibilmente stringerà i denti e darà il suo contributo. Solito ballottaggio sulla sinistra tra Castagne e Gosens, con il primo in vantaggio. Pericolo numero uno l’ex Duvan Zapata, autore di 20 gol in campionato, ma il Napoli deve fare molta attenzione anche ai calci piazzati, vista la propensione alla rete da parte dei difensori nerazzurri, capeggiati da Mancini (ben 5 marcature per lui).

PROBABILI FORMAZIONI

Napoli (4-4-2): Ospina; Malcuit, Chiriches, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Fabián Ruiz, Verdi; Mertens, Insigne. All. Ancelotti

Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Palomino, Mancini, Masiello; Hateboer, Freuler, De Roon, Castagne; Ilicic, Gomez; Zapata. All. Gasperini

Salvatore Emmanuele Palumbo