Tra il 17 e il 19 maggio al via la manifestazione Porto Aperto 2019

Ad aprire le danze sarà proprio Castellammare di Stabia, dove venerdì 17 maggio nell’aula consiliare “Falcone e Borsellino” di Palazzo Farnese si terrà l’inaugurazione con un convegno

0
338

“Il valore del porto per lo sviluppo del territorio sarà il tema centrale di “Porto Aperto 2019”, l’evento organizzato dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale, che per la prima volta coinvolgerà tutti gli scali che formano il sistema portuale campano, ossia Castellammare di Stabia, Napoli e Salerno”. Così Gaetano Cimmino, sindaco di Castellammare di Stabia.




“Tra il 17 e il 19 maggio – ha continuato Cimmino – è prevista una giornata di festa per i cittadini in ciascun porto. E ad aprire le danze sarà proprio Castellammare di Stabia, dove venerdì 17 maggio nell’aula consiliare “Falcone e Borsellino” di Palazzo Farnese si terrà l’inaugurazione con un convegno a cui prenderanno parte i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, dell’Autorità Portuale, della Capitaneria di Porto, di Fincantieri e delle aree portuali di Castellammare. Nel corso della giornata sono previste anche visite guidate dei ragazzi delle scuole presso la Maricorderia ed escursioni in barca a cura della Lega Navale, mentre in serata all’interno del porto sarà l’artista stabiese Fiorenza Calogero ad intrattenere la platea con uno spettacolo all’aperto.

Presso la sede dell’Autorità Portuale, si è svolta la conferenza di presentazione dell’evento con il presidente Pietro Spirito, il comandante della guardia costiera di Castellammare Ivan Savarese e l’assessore alla cultura del Comune di Napoli Nino Daniele.




Il ruolo strategico dell’area portuale di Castellammare è emblematico della straordinaria rilevanza che esso assume in tutta la fascia costiera mediterranea. Un’area polifunzionale, in cui convivono la realtà industriale rappresentata da Fincantieri, la più grande realtà della cantieristica del Meridione, e quella turistica e commerciale rappresentata dal porto, che evolve verso un’accoglienza d’élite con l’approdo sempre più frequente di giga e megayacht, accanto all’altrettanto consolidata presenza dei concessionari.

I tre porti in sinergia esplicano alla perfezione la valenza della risorsa mare e dell’impatto che le aree portuali assumono per lo sviluppo del territorio. E con “Porto Aperto 2019”, incluso tra l’altro nel programma del Maggio dei Monumenti, intendiamo coinvolgere cittadini e turisti in una giornata tutta dedicata al porto e alla sua storia”.