Zingaretti a Napoli, disoccupati manganellati

Disoccupati: "Dopo poco dall'inizio del presidio la polizia ci ha pesantemente caricato ferendo alla testa due nostri compagni al momento in ospedale"

374

Scontri all’esterno del teatro Sannazaro, in via Chiaia a Napoli, per l’arrivo di Nicola Zingaretti (segretario del Partito Democratico). A protestare un gruppo di disoccupati.

C’è stato un contatto tra i manifestanti e la polizia presente sul posto: uno dei disoccupati presenta una ferita alla fronte. La situazione è poi tornata sotto controllo. Il bilancio degli scontri, secondo le verifiche effettuate negli ospedali, è di un manifestante ferito e

medicato al Pellegrini.

I manifestanti: “Siamo al teatro Sannazzaro per contestare l’ennesima passerella elettorale di chi in questi anni ha distrutto il paese. Dopo poco dall’inizio del presidio la polizia ci ha pesantemente caricato ferendo alla testa due nostri compagni al momento in ospedale”

Invece Zingaretti è stato fatto entrare nel teatro da un ingresso laterale. Alcuni dei partecipanti all’appuntamento sono stati insultati al loro arrivo dai disoccupati. Gli scontri si sono verificati prima dell’arrivo del leader PD: la pressione dei manifestanti sul

cordone di polizia è cresciuta, dagli spintoni si è passati al contatto fisico con colpi di manganelli da parte degli agenti e di oggetti contundenti da alcuni manifestanti.