Universiade Napoli 2019: opportunità per le infrastrutture sportive locali

Il Commissario Straordinario dell'evento, Gianluca Basile, visita lo stadio "Romeo Menti" di Castellammare. Il commento di Ghirelli" Occasione unica per il calcio italiano"

298

Oltre ai lavori di ristrutturazione dello stadio San Paolo di Napoli in vista dell’Universiade che si svolgerà a Napoli. Sono in dirittura d’arrivo anche i lavori di adeguamento dello stadio ‘Romeo Menti’ di Castellammare di Stabia, che ospiterà nell’ambito dell’Universiade di luglio gli allenamenti maschili e femminili delle squadre di calcio iscritte alla competizione. Intanto, nel giorno in cui la squadra cittadina della Juve Stabia festeggia la promozione in Serie B, nella sala stampa dell’impianto si è svolta una conferenza con, tra gli altri, il Commissario Straordinario di Napoli 2019, Gianluca Basile e il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli. “Avevamo bisogno dei migliori impianti sportivi della Campania per organizzare un evento mondiale come l’Universiade”, ha esordito Basile. “Qui a Castellammare abbiamo realizzato un piccolo ma significativo intervento perfettamente riuscito grazie alla sinergia con il Comune e la Società sportiva. Dal prossimo anno la Juve Stabia potrà presentarsi nel Campionato di Serie B nel migliore dei modi. Ora – ha proseguito Basile – è necessario puntare sull’accoglienza degli atleti e dei preparatori che arriveranno da ogni parte del mondo affinché l’Universiade possa essere una vetrina per tutta la città”. Basile ha poi ringraziato il presidente Ghirelli per gli sforzi messi in campo dalla Lega Pro “che punta a presentare a Napoli 2019 una squadra ad altissimo livello”. “Noi siamo pronti – ha dichiarato Ghirelli -. Lo staff della Lega Pro è totalmente impegnato in questa Universiade, che quest’anno celebra il 60^ anniversario dalla prima edizione e i 40 anni dallo storico record di Pietro Mennea ai Giochi universitari di Città del Messico. Stiamo lavorando alacremente con mister Arrigoni per selezionare una squadra davvero competitiva”, ha concluso.

 

Anche gli impianti da Tennis ne beneficieranno:

Saranno infatti i campi del Circolo Tennis e del Cus Napoli gli impianti utilizzati durante l’Universiade 2019 per gare e allenamenti del torneo di tennis. Entrambe le strutture sono state oggetto di lavori di riqualificazione. Per il Circolo Tennis sono previsti da accordo 420mila euro per lavori e 12.600 per opere sulla sicurezza, mentre per il Cus Napoli 1.154.000 euro più 34.620 per la sicurezza. Per un totale di 1.621.220 euro. La riqualificazione degli impianti è cominciata ai primi di aprile. I lavori di allestimento esterno concentrati su via Caracciolo, invece, inizieranno a breve. Per il Circolo Tennis sono previsti lavori a spogliatoi e servizi. Mentre al Cus è prevista la riqualificazione della pista di atletica e dell’impianto di illuminazione, la sostituzione dell’impianto termico, il rifacimento della guaina di copertura del palazzetto dello sport e impianti vari. Il totale dei lavoratori coinvolti è di massimo 25: dieci per il Circolo Tennis e quindici per il Cus.