Hi-Tech, nuova rivoluzione grazie ai vortici di elettroni

Un esperimento condotto dai Politecnici di Losanna e Milano apre nuove strade nell’ambito della medicina e della tecnologia

0
176

Un esperimento condotto dai Politecnici di Losanna e Milano apre nuove strade nell’ambito della medicina e della tecnologia. L’applicazione dei  risultati di questa ricerca permetterà, in un futuro prossimo, di avere terapie antitumorali sempre più selettive,  migliori

 

strumenti per la crittografia quantistica e memorie più efficienti per i computer.

I ricercatori sono riusciti a creare ‘vortici di elettroni’ grazie alla luce che, come la griglia di un lavandino, consente di generare e plasmare microscopici vortici in modo da poterne controllare il movimento.

La ricerca, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Nature Materials, è stata coordinata dall’italiano Fabrizio Carbone del Politecnico Federale di Losanna ed ha visto la collaborazione anche del Politecnico di Milano e dell’Istituto di Nanoscienze del CNR.

«Con fasci di luce è possibile così creare nelle particelle cariche caratteristiche che non hanno in natura, come i vortici», ha detto Carbone all’Agenzia di stampa italiana ANSA. «Controllando questi movimenti a spirale, possiamo non solo comprendere meglio le proprietà della materia a livello fondamentale, ma – ha aggiunto – mettere a punto anche nuove applicazioni pratiche. Sia in medicina, nell’adroterapia anticancro, che nei computer del futuro, quelli quantistici, più sicuri e con migliori prestazioni di calcolo».

E.I.